13 Commenti

Museo del Violino, la Giunta provinciale boccia lo statuto Salini: 'Potremmo uscire dalla Fondazione Stradivari'

salinievid

Verso il Museo del Violino. Il giorno dopo l’approvazione da parte del consiglio comunale, la Giunta provinciale all’unanimità dà parere contrario alla bozza di modifica dello statuto della Fondazione Stradivari (di cui la Provincia è socio fondatore), ente che si dovrà occupare della gestione del Museo di piazza Marconi. Il presidente Massimiliano Salini e i suoi assessori hanno ripercorso i vari passaggi che hanno portato alla bozza e, soprattutto, hanno rivisto le osservazioni fatte a Comune e Fondazione Arvedi-Buschini. Le proposte arrivate da corso Vittorio Emanuele, però, non sono state prese in considerazione, dunque la Giunta ha bocciato la nuova Fondazione. Tre i punti chiave: il mancato inserimento nello statuto del legame con il Distretto Culturale (“E’ un punto di forza che potrebbe avere il Museo – ha detto salini – per una proposta più ampia che non riguardi solo la città di Cremona, ma tutto il territorio”). Secondo tassello di discussione il funzionamento degli organi presenti nella Fondazione con la richiesta da parte della Provincia che Comune e Fondazione Arvedi Buschini non avessero potere di veto in materia di amministrazione straordinaria (“Ci dovrebbe essere una corresponsabilità dei diversi organi – ha spiegato il presidente della Provincia -, una possibilità in più di partecipazione alle decisioni fondamentali”). Terzo e ultimo punto, la vaghezza nelle informazioni di carattere econnomico. “Abbiamo ripetutamente  invitato Comune e Fondazione Arvedi Buschini ad approfondire questi aspetti – ha continuato Salini -, ma le nostre proposte non sono state recepite. Le avevamo fatte con spirito costruttivo non distruttivo. Basti pensare che la Provincia, attraverso il Distretto culturale ha già stanziato 220mila euro per alcune attività legate al Museo del Violino”. Il passaggio successivo, ora, è in consiglio provinciale chiamato a votare la delibera di Giunta negativa sull’operazione. Se i consiglieri approveranno il ‘no’ alla nuova Fondazione per il Museo del Violino? “L’epilogo – ha concluso il presidente – sarà quello dell’uscita della Provincia dalla Fondazione. Mi auguro che non si arrivi a quel punto, ma il Museo deve essere un’opportunità per l’intero territorio”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti
  • Beppe

    Il Pdl in Comune fa una cosa e in Provincia fa il contrario, un partito unito e coerente.

    • up&down

      il “pdl-non cl” fa una cosa, il “pdl-cl” fa un’altra cosa e gli altri partitini della destra nostrana (lega compresa) reggono le code e si attorcigliano fra loro, cercando di barcamenarsi. poi tutti piangeranno in regione, o al san raffaele (dipende da dove si trova in quel momento il vero governatore della lombardia), e troveranno la quadra del piatto…del cerchio. mah, paiono gli utlimi giorni di pompei!

    • Lora Daria

      Ho sempre avuto da ridire su decisioni e comportamenti di Salini. Questa volta non ho nulla da dire…. tanto di cappello . Ha dimostrato coerenza e di non volersi piegare al diktat del ” padrone” . Ha ragione non è possibile che chi ci mette dei soldi non abbia poi alcun potere nel decidere e soprattutto che nulla si sappia sui costi di gestione del MdV. Prima le cose siano chiare poi si decide. Da ultimo anche se conta poco il fatto che sia vietato ai ” politici” …… è una cazzata imporlo per Statuto anche perchè è chiaramente anticostituzionale e se impugnata la norma decade comunque

      • roberto

        ..peccato che salini nell’operazione non ci mette nemmeno un ghello…piccolo particolare

        • Lora Daria

          Vero ma nella gestione chi ha approvato viene poi comunque coinvolto. E a maggior ragione il Comune che dovrà sborsare un casino di soldi ( e non si sa neppure quanti ) perchè approva senza dire nulla ? E’ normale ? Forse perchè poi chi dovrà sborsare saranno gli altri che succederanno ?

          • roberto

            Il sindaco in consiglio comunale ha detto esattamente quanto sborserà il Comune e pure in modo dettagliato. Forse non lo sai. E ha pure detto che senza il voto del Comune favorevole il bilancio non sarà approvato. E’ scritto nero su bianco nello Statuto, per chi prima di parlare ha avuto il tempo di lggerlo…..

  • jhon

    io parlerei del bar del museo che non rispecchia il valore dell’opera…frequentato da orde di ragazzini urlanti e personaggi di dubbia moralità.

    • ANGELO1

      be che cosa si vuole da un bar, la stanza dell’eremo?

    • diego madoglio

      talebano!!!!!!

  • ANGELO1

    sembrava che qualcuno fosse diventato il proprietario anche della città….speriamo in bene ma finiamola con questo genere di privati che prima o poi presentano sempre il conto……

    • PiovonoPietre

      Qualcuno ci ha anche messo un po’ di milioni di euro per recuperare quello che era diventato un cacatoio di piccioni…

      • ANGELO1

        si, ma la cosa deve comunque rimanere pubblica……….e comunque per niente non l’ha fatto……….

        • Pasquino

          Il costo maggiore sarà la GESTIONE del MdV e nessuno ha mai quantificato i costi e chi li dovrà sborsare !!!!!!!!!!!! Lo vogliamo capire o no ?