11 Commenti

Il flop del servizio di car sharing, in 4 mesi solo 5 noleggi in città

car-sharing

Il car sharing ecologico fatica ad entrare nelle abitudini dei cremonesi. In quasi quattro mesi, solo cinque noleggi in città, nove per percorsi da Cremona verso postazioni installate in altre località della Lombardia e tre quelli da altre citta’ verso Cremona. Sono in tutto 45 le iscrizioni raccolte nel capoluogo via web, 86 sul territorio provinciale. Qualcosa non ha funzionato nel metodo con cui il Comune ha adottato e promosso il servizio e il Pd parte all’attacco. Nella risposta a un’interrogazione delle consigliere Alessa Manfredini e Caterina Ruggeri, l’assessore Francesco Bordi parla di fase iniziale, “breve per poter valutare dal punto di vista quantitativo una simile iniziativa” (inaugurata il 16 novembre scorso) e si ritiene comunque soddisfatto. Dura la dichiarazione della Manfredini: “I numeri dei noleggi parlano chiaro, in quasi quattro mesi cinque noleggi in città, nove da Cremona ad altre città, tre da altre città a Cremona. Trovo pertanto inutile che nella risposta all’interrogazione l’assessore Bordi si arrampichi sugli specchi”. “Si sostiene – prosegue la Manfredini – che sia poco sensata la valutazione del servizio di car sharing se viene presa singolarmente ed estratta dal contesto di politiche di mobilità. Si parla di mobilità dolce, di diffusione della cultura della mobilità ciclistica e qualità di vita, e poi si esprime soddisfazione per il servizio di car sharing quando oggettivamente i numeri svelano un vero flop. Ciò si somma alle scelte sbagliate fatte in tema di mobilità in questi anni: varchi aperti, parcheggi sottoutilizzati, soste selvagge e un nuovo piano della mobilità, che per divisioni interne alla giunta ormai evidenti, non verrà mai alla luce”.

Il testo completo dell’interrogazione: clicca qui
La risposta dell’assessore Bordi: clicca qui

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti
  • luca

    con una sola postazione a cremona il servizio non va da nessuna parte

    • luca

      ne servirebbero almeno due di postazioni: uno prende la macchina da una parte e la lascia dall’altra senza dover tornare indietro

  • mario

    Ci vogliono vere auto sportive, non queste scatolette ecologiche. Mercedes, BMW, BRABUS.

    • Fausto

      Così la smettono di bazzicare per il centro i rumeni

      • Mattia

        Giusto…raus…

        • Andrea

          Manica di razzisti

  • Paolo Mantovani

    Prima di partire con un simile progetto, sarebbe stato utile capire a chi è destinato e quali sono le potenzialità dello stesso.
    Per chi vuole visitare Cremona lo trovo del tutto inutile. La città è molto piccola, utilizzare l’auto per girarla, a 5 € l’ora, è assurdo.
    Per chi ha la necessità di spostarsi in città vicine, credo che i mezzi non abbiano nemmeno l’autonomia sufficiente. Leggendo poi qual’è la trafila necessaria per utilizzare il servizio, si capisce perché i numeri sono quelli indicati.
    Riporto dal sito:

    Per utilizzare le auto messe a disposizione con il servizio di car sharing è necessario registrarsi preventivamente sul sito del servizio (vedi sezione approfondimenti di questa scheda) indicando i seguenti dati obbligatori:
    – nome
    – cognome
    – e mail
    – numero di cellulare
    – luogo e data di nascita
    – residenza
    – codice fiscale
    – carta di credito
    Per iscriversi è necessario inviare la scansione della patente e della carta d’identità in corso di validità tramite mail: customersupport_e-vai@semsgroup.it

    E’ possibile scegliere tra due diverse formule di iscrizione:

    – Gold: dedicato a chi utilizza il servizio con una certa frequenza, prevede una quota fissa di iscrizione (100 euro) e tariffe agevolate per ciascun singolo noleggio (vedi promozione Gold).
    Questa formula garantisce la massima libertà nella scelta della modalità di pagamento: con carta di credito, bancomat, bonifico bancario o contante.

    – Silver: dedicato a chi utilizza il servizio con minor frequenza, non prevede il pagamento di una quota fissa di iscrizione ma ogni singolo noleggio ha una maggiorazione di costo di 5 euro rispetto agli iscritti Gold.
    Il pagamento può essere effettuato solo con carta di credito.

    E’ possibile prenotare l’auto contattando il numero verde 800.500.005 o dal sito http://www.e-vai.com.Arriverà subito una mail di conferma di prenotazione.
    20 minuti prima dell’orario di ritiro prestabilito riceverai un SMS con i codici di sblocco della vettura.
    L’SMS ti sarà inviato sul numero di cellularei indicato nell’iscrizione.
    Per utilizzare la vettura è necessario aprirla semplicemente inoltrando (non rispondendo) l’SMS ricevuto al numero 3202041536. L’invio dell’SMS per lo sblocco dell’auto non deve avvenire prima dell’orario di inizio del noleggio.
    Per riconsegnare l’auto è necessario chiuderla inoltrando lo stesso SMS al medesimo numero, sostituendo solo la parola APRI con CHIUDI.

    Durante il periodo di noleggio, la vettura verrà utilizzata normalmente con la chiave che troverai nel vano portaoggetti.

    L’iscrizione è possibile solo on line.

    • Quaqquaraqquà

      Complicatissimo…comunque la domanda vera è questa: il Comune ci guadagna o ci perde in termini economici? Mi spiego: il privato colloca 3 auto per un business in perdita…ma al Comune versa un contributo? O è il Comune che paga? Sicuramente sono 3 posti auto che vedono il mancato introito delle strisce blu, quindi o ci sono altre entrate o il Comune ha fatto una boiata. No?

      • Paolo Mantovani

        si…

      • Fausto

        Non erano presenti strisce blu in quella zona, bensì zona di carico e scarico

  • Enrico

    Personalmente la trovo una gran str…….a ma se si vuole fare come nel nord Europa allora bisogna rivedere tutto dagli autobus ai costi dei taxi e tutto quello che ruota attorno alla mobilità Magari qualche pista ciclabile in più non guasta ma i soldi sono pochi esi fa quel che si può !