Commenta

E' il ladro, ma denuncia il furto dell'auto: è simulazione di reato

polizia

Due fratelli bresciani sono stati denunciati dalla polizia per furto aggravato in concorso e danneggiamento. Uno solo dei due deve anche rispondere dell’accusa di simulazione di reato. Questi i fatti. Nel pomeriggio del 12 marzo la squadra volante è intervenuta in via Ghinaglia dove due uomini avevano rubato una borsetta dall’abitacolo di un’auto, avevano provocato un incidente nel tentativo di fuggire con la propria macchina e poi erano scappati a piedi. In caserma poche ore dopo si è presentato un soggetto che ha sporto denuncia per furto, dichiarando che l’auto utilizzata per il furto era la sua e che gli era stata rubata. Le informazioni fornite dal soggetto erano però sommarie. Gli agenti hanno scoperto che nella borsa rubata era contenuto un bancomat e che questo era stato utilizzato dai ladri per un prelievo di soldi. Analizzando le immagini delle telecamere dello sportello bancario, la polizia ha accertato che il soggetto che si era presentato in caserma per la denuncia era proprio uno dei due fratelli autori del furto della borsa e del successivo incidente. Per i due fratelli è quindi scattata la denuncia.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti