Cronaca
Commenta43

In Galleria sbarca l'Hamburgheria di Eataly, il fast food con la filosofia di Carlin Petrini L'occasione per il rilancio dell'area

L'interno di una Hamburgheria di Eataly

Sbarca a Cremona Eataly, la catena di Oscar Farinetti, già proprietario di Unieuro. Troverà collocazione in Galleria 25 aprile, negli ambienti un tempo del negozio di abbigliamento Esprit. Eataly è il brand italiano più in voga (anche a New York, a Tokio e presto a San Paolo del Brasile), ed è specializzato nella somministrazione di prodotti alimentari tipici e di qualità. L’azienda, compartecipata da alcune cooperative del sistema Coop, si ispira alla filosofia di slow food di Carlin Petrini. Il ramo di Eataly in apertura a Cremona è quello dell’Hamburgheria italiana. “È un progetto che ha le sue origini nella convinzione dell’importanza di una corretta alimentazione al passo con i tempi. Il “mangiare bene” non può limitarsi solamente alle giornate festive o ai fine settimana ma deve diventare una consuetudine anche nei pasti dei giorni feriali quando, a causa degli impegni lavorativi, il tempo può essere limitato. – è la filosofia della catena dell’hamburgheria di Eatlay – Quest’ultimo aspetto è quello che ha contribuito maggiormente al successo commerciale dei locali fastfood che hanno senza dubbio avuto la capacità di soddisfare le esigenza alimentari dei consumatori in modo veloce; purtroppo l’aspetto qualitativo in questo tipo ristorazione è stato spesso sottovalutato. Sono questi i presupposti che ci hanno fatto crescere la convinzione che un modello di fastfood di alta qualità fosse in grado di soddisfare le esigenze del mercato. Dal nostro punto di vista il progetto di fastfood di qualità si può realizzare solamente si ci si avvale di una materia prima di alto livello e se questa viene supportata da un servizio che abbia nella velocità il suo punto di forza ad un prezzo sostenibile”.

Il locale della Galleria che ospiterà l'Hamburgheria

Ecco, questa filosofia sarà alla base del nuovo spazio di Cremona che avrà la possibilità di utilizzare il soppalco per stare tranquilli, utilizzando il wifi, ed organizzare eventi. Dopo il Burghy (sparito) ed il McDonald è il tempo del mangiare italiano anche al fastfood, con la filosofia adottata da Farinetti: “La vita è troppo breve per mangiare e bere male”. In Lombardia quello di Cremona (in apertura a maggio) sarà il secondo marchio Hamburgheria dopo quello di Bergamo, che ha subito riscosso un successo strepitoso con i prodotti italiani di altissima qualità (dalla carne piemontese alla birra Baladin di Teo Musso) ed a prezzi contenuti. Tra l’altro, dopo l’ordinazione alla cassa, si viene muniti di una sorta di cercapersone che vibra quando i cibi ordinati sono pronti. Insomma per la Galleria 25 aprile, probabilmente siamo alla svolta.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti