Commenta

Cremo: rush finale, i grigiorossi affrontano fuori casa il Pavia

cremonese

Sei finali per un sogno. La Cremonese si avvia al rush finale di questo torneo con l’obiettivo di colmare il gap di 5 punti che la separa da quel quinto posto che solo poche settimane fa sembrava utopia. Dopo venti giorni dall’ultima apparizione casalinga contro il Como, la marcia degli uomini di Scienza riprende dal “Fortunati” di Pavia. Dinanzi al team guidato dal mai dimenticato Giorgio Roselli (unico con il suo Pavia ad aver violato lo Zini in questa stagione) i grigiorossi hanno solo un risultato a disposizione: i tre punti.

Ormai collaudatissimo il nuovo sistema di gioco con i tre trequartisti alle spalle dell’unica punta. Molte le frecce nell’arco grigiorosso, con Scienza che per il momento sembra orientato per il trio Nizzetto-Caridi-Carlini, con Le Noci destinato alla panchina, a supporto del terminale Djuric. A centrocampo assenza forzata per Baiocco, infortunatosi in settimana al setto nasale dopo uno scontro con Degeri e nemmeno convocato. Al suo posto rientrerà Buchel al fianco di capitan Fietta, mentre nel pacchetto arretrato Cremonesi appare in vantaggio su Tedeschi per far coppia con Moi. Massima concentrazione in campo dunque per tenere viva la speranza playoff, ma un orecchio sarà anche attaccato alla radiolina, visto che due delle competitor grigiorosse, Carpi ed Entella, si sfideranno tra loro.

La Cremonese giocherà con il lutto al braccio in ricordo dello storico vice presidente Beppe Miglioli, scomparso lo scorso lunedì all’età di 73 anni. Figura amatissima da tutti i tifosi grigiorossi per il suo modo di fare bonario e cordiale, simbolo degli anni d’oro della Cremo e che ora è tornato in cielo a ricomporre il mitico trio con Luzzara e Favalli. Nostalgia canaglia. Ciao Beppe.

CREMONESE (4-2-3-1): Viotti; Sales, Moi, Cremonesi, Visconti; Fietta, Buchel; Nizzetto, Caridi, Carlini; Djuric. All.: Scienza.

Matteo Zanibelli

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti