Commenta

Povertà e morosità, protocollo con Caritas S. Vincenzo e Il Ponte

servizi-sociali

foto Sessa

Un protocollo d’intesa per il biennio 2013-2014 sulle povertà con Caritas Diocesana, Società San Vincenzo e società cooperativa sociale Il Ponte. La Giunta comunale ne ha approvato la bozza. L’obiettivo? Realizzare azioni coordinate di contrasto all’esclusione sociale ed alla povertà con il coinvolgimento del Terzo Settore.

“Le ricadute sociale della crisi economica – si legge nel documento di Giunta – obbligano ad un ripensamento dei modelli di intervento a a contrasto della povertà tanto che l’Amministrazione comunale ha evidenziato la necessità di attivare un’analisi delle risposte in forma integrata con le realtà del terzo settore e dell’associazionismo locale al fine di sperimentare modalità d’intervento non solo basate sull’erogazione ed impegno di risorse economiche, bensì sulla possibilità di innescare meccanismi generativi di risorsa sociale”.

In sostanza, si tratta di analizzare e sostenere interventi contro la povertà, definendo meglio utilità, costi e benefici, e di riflettere sulle forme di contrasto del fenomeno morosità attraverso nuove intese con le Aem e Aler.

Il progetto si propone anche di intervenire con contributi economici personalizzati, ovvero tramite la distribuzione di prodotti alimentari a singoli e a famiglie in situazione di indigenza e di grave difficoltà anche mediante prosecuzione di specifici rapporti in convenzione con le cooperative sociali e con le associazioni.

La bozza del protocollo d’intesa

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti