Commenta

Bancomat manomessi, banda sgominata: colpi anche a Cremona

bancomat

Aveva messo a segno colpi anche a Cremona, la banda della “forchetta”, che manometteva i bancomat e derubava i clienti. La banda, composta da cinque romeni senza fissa dimora, è stata sgominata dai carabinieri di Piacenza: due sono stati arrestati su ordinanza di custodia cautelare e tre denunciati a piede libero. Lo stratagemma era semplice come impugnare una posata. La “forchetta” veniva infatti inserita nella bocchetta di erogazione del denaro dei bancomat bloccando così le banconote che gli ignari clienti ritiravano durante il prelievo. Successivamente i malviventi andavano a recuperare i contanti rimasti incastrati nella fessura. Il tutto veniva fatto nei giorni di chiusura della banca in modo che i clienti truffati non potessero entrare in banca per segnalare l’accaduto. 158 gli episodi simili avvenuti in un mese in svariate province del Nord Italia, sette dei quali a Piacenza, ma anche a Brescia, Cremona, Biella, Lecco, Milano, Verona, Vicenza, Lodi, Parma, Modena e Bologna. I due arrestati, di 21 e 25 anni, hanno colpito tra il luglio e l’agosto del 2012: Ad incastrarli sono stati gli accertamenti sulle carte prepagate utilizzate per fare il primo prelievo insieme alle immagini delle telecamere di sorveglianza. Quasi 160 gli episodi riconducibili ai due, per un bottino complessivo che si aggira intorno ai 35mila euro. I reati contestati sono quelli di furto pluriaggravato, accesso abusivo a sistema telematico e utilizzo indebito di carta di credito.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti