Commenta

Premi Mimosa al Beltrami dedicati alle donne sportive

premio-mimosa1

Si è svolta mercoledì 24 aprile presso l’Aula Magna dell’ITC Beltrami la cerimonia di consegna dei “Premi Mimosa” alle donne dello sport cremonese.

Alla presenza di una affollata platea di studentesse e del dirigente scolastico prof. Mafezzoni, il presidente provinciale UISP Goffredo Iachetti ha introdotto l’incontro richiamando i significati della “sportpertutti” nella filosofia e nella pratica associativa dell’associazione, che già alla fine degli ottanta presentò un progetto di legge alla Comunità Europea per la parità dei diritti delle donne nello sport.

Coordinata da Pierluigi Torresani del Comitato promotore di “Cremona città europea dello sport”, la cerimonia è proseguita con la consegna dei premi alle vincitrici nelle diverse categorie previste: Laura Carini del Baskin Cremona come dirigente, Lucilla Granata fra le giornaliste, Silvia Ferrari fra le allenatrici e Maria Bresciani, nuotatrice paraolimpica fra le atlete.

Nutrita e qualificata la presenza delle autorità politiche e sportive che hanno consegnato le sculture-premio realizzate appositamente dalle artiste Luisa Belloni e Tiziana Bernardi: il presidente provinciale del CONI Achille Cotrufo, la consigliera di Parità della Provincia Adelaide Mossoni, il presidente del Panathlon Club Cesare Beltrami, la dirigente del Comune Tania Secchi, il responsabile della redazione sport del quotidiano La Provincia Giorgio Barbieri, partner dell’UISP nella promozione del “Premio Mimosa”.

Significative e t occanti le testimonianze di atlete famose di ieri e di oggi come Luciana Giundani, olimpionica di canoa a Roma nel 1960, Francesca Conti giocatrice di Basket e Baskin, Roberta Molardi, campionessa italiana di Giavellotto.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti