Commenta

Arte contemporanea e moda celebrano la liuteria in una mostra

viol

Il 2013 è un anno speciale per Cremona con le celebrazioni dell’atteso riconoscimento dell’Unesco per il “saper fare liutario”, finalmente iscritto nella Lista Rappresentativa del Patrimonio Culturale Immateriale dell’Umanità il 5 dicembre 2012.

Numerosi gli appuntamenti in cantiere che saranno attuati e che offriranno l’opportunità di visitare la nostra città, patria del sommo maestro Antonio Stradivari, dove la capacità unica di realizzare strumenti ad arco di raffinata fattura si pone alla base di un’identità ben definita che, nel solco di una tradizione di eccellenze di altissimo livello artigianale, vede la presenza di oltre 140 botteghe artigianali, diffuse nel centro cittadino, che completano le ricche ed uniche collezioni museali.

In questo contesto, originale è l’omaggio che otto artisti della moda, del design e dell’arte contemporanea, hanno voluto dedicare alla tradizione liutaria cremonese e alla musica. Otto artisti (Francesco Ballestrazzi, Roberto Cambi, Alfred Drago Rens, Sunghee Kim, Kobi Levi, Luigi Mariani, Paolo Regis, Stefano Russo) che hanno, con grande entusiasmo, espresso la propria creatività realizzando opere suggestive, frutto di ingegno e manualità, ed uniche, come unico è ogni violino che il liutaio crea e la “voce” che  produce: la mostra, “8 Variazioni per Stradivari”, è in programma nella Sala delle Colonne del Museo Civico Ala Ponzone, dal 19 maggio al 29 settembre (dal martedì alla domenica, dalle 10 alle 17) e sarà presentata a Milano, nella Sala del Gonfalone di Palazzo Pirelli, martedì 7 maggio (giorno in cui saranno esposte alcune opere in anteprima). L’iniziativa rientra nell’ambito delle manifestazioni organizzate per “La Notte dei Musei” che saranno presentate prossimamemte.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti