4 Commenti

L'Udc contesta Perri: 'Ignorate tutte le nostre proposte'

foderaro-consiglio

Il comitato cittadino UDC prende le distanze, come più volte fatto in passato, dall’operato del sindaco Perri. Nella riunione del 13 maggio scorso ha contestato la scelta di non invitare l’Udc all’incontro di maggioranza ‘al quale erano invitati – si legge in un comunicato – tanto amministratori comunali quanto responsabili di partito, avente ad oggetto la ridefinizione degli assetti di giunta e la sostituzione del vicesindaco/assessore all’urbanistica.

Il comitato, in ottemperanza a precisi impegni di maggioranza circa la spending review e la riduzione dei costi dell’amministrazione pubblica, non condivide la scelta effettuata di nominare un nuovo assessore (rilevando peraltro che, nello specifico, la scelta effettuata appare politicamente inopportuna e criticabile) avendo Udc già proposto di redistribuire le deleghe riducendo il numero dei componenti della giunta comunale.

‘Per quanto attiene alla situazione politica locale – si legge ancora – si evidenzia che delle molte proposte avanzate dall’Udc non si riscontrano apprezzabili “passi avanti” nell’iter amministrativo, deducendo che la linea politica di tutela delle fasce più deboli, nonché la richiesta di riduzione dei costi nella gestione delle aziende pubbliche, e la tutela dell’interesse pubblico nella gestione delle stesse non siano più ritenute una priorità’. Non è stata considerata la proposta dell’Udc di adottare il  “quoziente familiare” nella definizione del prezzo dei servizi comunali,  riconoscendo in modo tangibile il ruolo della famiglia (era stata una delle richieste del compianto Angelo Zanibelli in Consiglio), e ‘non paiono essere stati fatti passi avanti circa la riduzione della “filiera” delle aziende pubbliche. Il progetto di riforma del welfare locale, ampiamente auspicato da tutta la maggioranza e formalizzato nel programma elettorale, giace “lettera morta”.

‘Ci pare che sia invece forte l’attenzione verso la realizzazione di nuovi insediamenti di media e grande distribuzione commerciale alle porte della città, insediamenti che rischiano di mettere la parola “fine” sulla vocazione commerciale del centro della città.

Infine, la riproposizione del progetto della “strada sud”, così come oggi proposta, rischia di far apparire l’attuale amministrazione “sorda” di fronte alle migliaia di voci (firme) raccolte in dissenso ad un progetto la cui utilità appare dubbia e la cui unica certezza sarebbe quella di andare a distruggere una pregevole area verde (parco del Morbasco) a ridosso della città oltre che di richiedere ingenti risorse economiche per la sua realizzazione.

Per tutti questi motivi riteniamo che, passato il tempo delle sterili contrapposizioni, si arrivato il momento di mettere insieme tutte intelligenze vive e le disponibilità volontaristiche al servizio della collettività, per addivenire ad una nuova fase politica nella quale sia forte e chiaro l’obiettivo di puntare alla crescita economica, al sostegno delle più vere vocazioni del nostro territorio per fare in modo che Cremona possa riprendere, nel sud della Lombardia un ruolo centrale.

Riteniamo che sia quanto mai necessario, oggi, aprire un ampio dibattito politico che abbia al centro lo sviluppo economico sociale della nostra città.

Per questo progetto riteniamo di doverci spendere in questo anno che manca alle prossime elezioni amministrative’.

© Riproduzione riservata
Commenti
  • vincenzo mancini

    “..aprire un ampio dibattito politico”. I dibattiti dell’Udc (il vero dibattito sarebbe: ma c’è ancora l’Udc?) sono sempre inversamente proporzionali al loro peso politico. Al netto delle frasi fatte, si può sapere cosa hanno ancora da dire? Sono quattro anni che la città si chiede (oddio… forse “la città” è un’esagerazione…) se siano in maggioranza o all’opposizione. Si lamentano di Perri dopo essere stati determinanti per farlo vincere al ballottaggio con Corada, beninteso mica perchè credessero in lui, ma solo perchè il vento tirava da quella parte. Hanno iniziato la litania (loro, proprio loro!) del taglio degli assessorati un minuto secondo dopo aver realizzato che a loro non ne sarebbe stato concesso neppure uno. In compenso hanno portato a casa qualche strapuntino in qualche consiglio di amministrazione. Ogni tanto emettono un comunicato per ricordare al mondo (ma forse, freudianamente, prima di tutto a se stessi) che esistono ancora. Alle politiche e regionali (dove era chiaro che nessuno sarebbe stato mai eletto nemmeno per sbaglio) candidano i gggiovani (davvero candidi, ossia allo sbaraglio), ma al caminetto di comando (dove si decide la spartizione di quel poco che possono politicamente raccattare) rimangono da anni Trespidi, Mazzini, Piazza, Foderaro senior, Foderaro Junior (Junior si fa per dire, nel frattempo avrà 45 anni..): la mejo gioventù insomma. Non mancano mai di compiangere quel galantuomo di Angelo Zanibelli, ovviamente dopo averlo bistrattato da vivo (voleva apparentarsi con Corada, capite? con Corada!).
    Comunque siamo qua tutti tre(s)pidanti per vedere come tradurranno concretamente la frase “Per questo progetto riteniamo di doverci spendere in questo anno che manca alle prossime elezioni amministrative”. Il tutto ripartendo non dal 6,5% delle Europee e nemmeno dal 3% risicato delle Amministrative. Ma dal poderoso 1,5% delle ultime politiche. In bocca al lupo, o meglio, In culo alla balena (bianca). Ogni tanto anche le mosche vogliono avere la tosse. Con tanta attenzione, perché vista l’età media anche uno starnuto può essere letale.

    • sandra

      Che altro aggiungere? Hai trattato in modo esaustivo l’ argonento !

      • Giovanati

        “Sig”. Mancini, è strano che lei dia tanta importanza all’UDC, fino a scrivere questo profluvio di facili stupidaggini (con l’approvazione della povera grafomane pidiellina trombata sandra), se davvero l’UDC ha così una minima importanza per lei.

        Evidentemente, “freudianamente” come dicono le persone banali come lei, il suo comportamento svela ciò che davvero pensa il suo io profondo…

        Mi spiace abbassarmi a scrivere in modo anonimo per tutelarmi di fronte ad una selva di anonimi…, infatti se il suo nome non fosse uno pseudonimo, l’avrei già contattata, previa presentazione, per un confronto per le falsità che scrive,
        ma sappiamo che il fatto di poter scrivere anonimamente, rende leoni… pure i coglioni…

        La mia opinione è che un partito, anche a livello locale, prende tanti voti se ha leader nazionali capaci di creare consenso e l’UDC, con Casini e Cesa, si ritrova delle zavorre che affonderebbero una portaerei…,
        ma se nonostante questa chiara realtà, ci sono persone che cercano di tenere vivo un partito a Cremona (che lei segue con interesse, visto che si ricorda le percentuali delle ultime elezioni…) , significa che ci credono davvero negli ideali che l’UDC ha alla base.
        E dovrebbe evitare di prendere vigliaccamente e anonimamente in giro quelle persone… per la loro età…, altrimenti rischia di offendere la grafomane sandra… dato che l’arzillo Silvio B. è ben più vecchietto di chi lei cita!!
        Inoltre lei scrive:
        “ Alle politiche e regionali (dove era chiaro che nessuno sarebbe stato mai eletto nemmeno per sbaglio) candidano i gggiovani (davvero candidi, ossia allo sbaraglio), ma al caminetto…” ecc..
        Insomma, lei non è mai contento!!!: quando quelli dell’UDC sono un po’ avanti negli anni, perché sono avanti negli anni…, quando sono giovani perché sono giovani…
        Eh… sì… lei esprime critiche mica tanto oneste!!!

        Veniamo a noi:

        Perché non mi elenca i posti in CDA, E PAGATI, CHE L’AMMINISTRAZIONE PERRI HA DATO ALL’UDC?
        E ULTIMAMENTE, CHE COSA LE RISULTA CHE L’UDC DI CREMONA ABBIA CHIESTO A PERRI?
        NULLA!!!

        Invece perda un pomeriggio ad elencare le DECINE DI POSTI ben pagati spartiti tra Pdl, e alleati, IN COMBUTTA con il PD!!!
        E SI FACCIA AIUTARE DALLA PIDIELLINA, TROMBATA DAI SUOI, SANDRA, che ancora le brucia (che brutta vita)…
        Non credo che lei farà fatica dato che è un addetto ai lavori…, ma sono decine le poltrone che Pdl, Pd e poteri locali vari si sono spartiti con il manuale Cencelli applicato a tutte le sotto correnti (dai laici ai ciellini ortodossi, dai ciellini non ortodossi alla, si dice, lobby gay di destra, vedi farmacie…)

        LEI MI SEMBRA UN PORCO OBESO CHE DA’ DELL’INGORDO AD UN GATTO ANORESSICO!!!

        Le do una notizia: pare che ultimamente, in vista delle prossime elezioni, siano stati offerti all’UDC degli strapuntini…, ma che le offerte siano state gentilmente rispedite indietro al mittente… comunale…
        Dato che lei è così interessato, le comunico che sembra anche che alcuni degli Udicini da lei citati, siano stati già allontanati da quel partito (con relativi problemi…), ma il primo di questi è proprio quel Vitali che è stato accolto a braccia aperte dalla lista Perri!
        Sì, proprio quel Vitali che appare come l’archetipo di quel politichetto che lavora soprattutto pro domo sua!
        E se Perri accoglie gli scarti dell’UDC, prendetevela con il vostro Sindaco!!

        Per finire: davvero, CERCHI, SE PUO’, DI NON FARE TROPPO L’INFAME… citando a caso il compianto Angelo Zanibelli!… che non può più replicarle, ma che era dell’UDC e dal suo partito è sempre stato difeso!!
        Sono proprio coloro che ora stanno in giunta che l’hanno bistrattato per anni… soprattutto perché era un uomo libero (inoltre non aveva certo bisogno di misere prebende come altri…) e se il Consiglio Comunale e la Maggioranza hanno votato a favore di sue proposte, che ora giacciono dimenticate, non è cero colpa dell’UDC!!

        Zanibelli dichiarò, a titolo personale, che forse avrebbe preferito Corada a Perri dal punto di vista politico…, probabilmente aveva visto lontano…

        QUANDO SI COMINCERA’ A DISCUTERE DEI PROBLEMI DELLA CITTA’ E DELLE RELATIVE PROPOSTE, INVECE CHE DELLE MALDICENZE E DELLE SCIOCCHEZZE CHE PIACCIONO A LEI, FORSE IL FUTURO DI CREMONA SARA’ PIU’ ROSEO.

        Saluti.

  • Giovanati

    “Sig”. Mancini, è strano che lei dia tanta importanza all’UDC, fino a scrivere questo profluvio di facili stupidaggini (con l’approvazione della povera grafomane pidiellina trombata sandra), se davvero l’UDC ha così una minima importanza per lei.

    Evidentemente, “freudianamente” come dicono le persone banali come lei, il suo comportamento svela ciò che davvero pensa il suo io profondo…

    Mi spiace abbassarmi a scrivere in modo anonimo per tutelarmi di fronte ad una selva di anonimi…, infatti se il suo nome non fosse uno pseudonimo, l’avrei già contattata, previa presentazione, per un confronto per le falsità che scrive,
    ma sappiamo che il fatto di poter scrivere anonimamente, rende leoni… pure i coglioni…

    La mia opinione è che un partito, anche a livello locale, prende tanti voti se ha leader nazionali capaci di creare consenso e l’UDC, con Casini e Cesa, si ritrova delle zavorre che affonderebbero una portaerei…,
    ma se nonostante questa chiara realtà, ci sono persone che cercano di tenere vivo un partito a Cremona (che lei segue con interesse, visto che si ricorda le percentuali delle ultime elezioni…) , significa che ci credono davvero negli ideali che l’UDC ha alla base.
    E dovrebbe evitare di prendere vigliaccamente e anonimamente in giro quelle persone… per la loro età…, altrimenti rischia di offendere la grafomane sandra… dato che l’arzillo Silvio B. è ben più vecchietto di chi lei cita!!
    Inoltre lei scrive:
    “ Alle politiche e regionali (dove era chiaro che nessuno sarebbe stato mai eletto nemmeno per sbaglio) candidano i gggiovani (davvero candidi, ossia allo sbaraglio), ma al caminetto…” ecc..
    Insomma, lei non è mai contento!!!: quando quelli dell’UDC sono un po’ avanti negli anni, perché sono avanti negli anni…, quando sono giovani perché sono giovani…
    Eh… sì… lei esprime critiche mica tanto oneste!!!

    Veniamo a noi:

    Perché non mi elenca i posti in CDA, E PAGATI, CHE L’AMMINISTRAZIONE PERRI HA DATO ALL’UDC?
    E ULTIMAMENTE, CHE COSA LE RISULTA CHE L’UDC DI CREMONA ABBIA CHIESTO A PERRI?
    NULLA!!!

    Invece perda un pomeriggio ad elencare le DECINE DI POSTI ben pagati spartiti tra Pdl, e alleati, IN COMBUTTA con il PD!!!
    E SI FACCIA AIUTARE DALLA PIDIELLINA, TROMBATA DAI SUOI, SANDRA, che ancora le brucia (che brutta vita)…
    Non credo che lei farà fatica dato che è un addetto ai lavori…, ma sono decine le poltrone che Pdl, Pd e poteri locali vari si sono spartiti con il manuale Cencelli applicato a tutte le sotto correnti (dai laici ai ciellini ortodossi, dai ciellini non ortodossi alla, si dice, lobby gay di destra, vedi farmacie…)

    LEI MI SEMBRA UN PORCO OBESO CHE DA’ DELL’INGORDO AD UN GATTO ANORESSICO!!!

    Le do una notizia: pare che ultimamente, in vista delle prossime elezioni, siano stati offerti all’UDC degli strapuntini…, ma che le offerte siano state gentilmente rispedite indietro al mittente… comunale…
    Dato che lei è così interessato, le comunico che sembra anche che alcuni degli Udicini da lei citati, siano stati già allontanati da quel partito (con relativi problemi…), ma il primo di questi è proprio quel Vitali che è stato accolto a braccia aperte dalla lista Perri!
    Sì, proprio quel Vitali che appare come l’archetipo di quel politichetto che lavora soprattutto pro domo sua!
    E se Perri accoglie gli scarti dell’UDC, prendetevela con il vostro Sindaco!!

    Per finire: davvero, CERCHI, SE PUO’, DI NON FARE TROPPO L’INFAME… citando a caso il compianto Angelo Zanibelli!… che non può più replicarle, ma che era dell’UDC e dal suo partito è sempre stato difeso!!
    Sono proprio coloro che ora stanno in giunta che l’hanno bistrattato per anni… soprattutto perché era un uomo libero (inoltre non aveva certo bisogno di misere prebende come altri…) e se il Consiglio Comunale e la Maggioranza hanno votato a favore di sue proposte, che ora giacciono dimenticate, non è cero colpa dell’UDC!!

    Zanibelli dichiarò, a titolo personale, che forse avrebbe preferito Corada a Perri dal punto di vista politico…, probabilmente aveva visto lontano…

    QUANDO SI COMINCERA’ A DISCUTERE DEI PROBLEMI DELLA CITTA’ E DELLE RELATIVE PROPOSTE, INVECE CHE DI MALDICENZE E DELLE SCIOCCHEZZE CHE PIACCIONO A LEI, FORSE IL FUTURO DI CREMONA SARA’ PIU’ ROSEO.

    Saluti.