Commenta

Anlai, iniziative di livello per aiutare lo sviluppo della liuteria

Lettera scritta da Cav Salvatore Dugo

Nella foto, una sala della mostra di Rimini

Preg.mo sig. direttore,

siamo convinti che gli avvenimenti liutari di notevole livello organizzati dalla nostra associazione (ANLAI) possano essere di aiuto per lo sviluppo della liuteria italiana e di Cremona in particolare  (Liuteria patrimonio dell’Unesco).

Ci permettiamo pertanto di segnalare i seguenti appuntamenti da noi organizzati per i prossimi giorni.

29 maggio ore 21,00 Circolo  Società del Giardino  a Milano  Piazza Duomo “Serata di gala e premiazione dei vincitori del 7° Concorso nazionale di liuteria anlai per l’acustica conclusosi a Mozzate Castello del Seprio. Per la sezione violino verranno premiati il turco Ismail kayak, il cinese Liu Zhaoyang e il maestro Giuseppe Chillemi di Asti.
Per la sezione viola il cremonese Marcello Villa e per un violoncello l’ungherese Roberto Baschais.

Gli strumenti vincitori sono stati scelti dai componenti delll’orchestra dell’Accademia d’archi di Milano che per l’occasione suoneranno accompagnando i solisti maestri  Matteo Fedeli, Marco Traverso e Ninni Saladino.

E’ questa la prima volta in un concorso di liuteria che un’ intera orchestra decide l’assegnazione dei premi per il settore acustico indipendentemente dal giudizio dei maestri liutai.

30 maggio, convegno sulle vernici a Cremona in Sala Puerari ore 10 – 17. Relatori Igor Morder, Claudio Rampini e Gabriele Carletti. Tavola rotonda e opinioni a confronto.

2 giugno, a Kazanlak (Bulgaria) per il festival delle rose presenza alla mostra di liuteria degli studenti bulgari diplomati a Cremona (idea Anlai).
Intervento dell’on. Marina Berlinghieri della Commissione Affari Europei della Camera dei Deputati e  della dott.ssa Isabella Massoletti del CDN Anlai.

7 giugno, incontro a Cremona per la composizione della delegazione di operatori cremonesi del settore liutario a Dubai in novembre e di musicisti italiani che suoneranno grandi strumenti classici cremonesi (Stradivari e Amati).
16 giugno, cerimonia di chiusura della mostra “L’arte del suono:  il mestiere del liutaio” tenutasi  a cura di Tarcisio MIgani e Gualtiero Nicolini per l’Anlai al museo della città di Rimini.
In mostra la collezione Maggi, gli archi di Giovanni Lucchi, sculture di Giorgio Piacentini (per sottolineare la presenza di artisti cremonesi) oltre a capolavori e opere di liutai emiliano-romagnoli dell’Ottocento e del Primo Novecento, bozzetti di Floriano Bodini tra cui “Stradivari bambino”,  la costruzione del violino, le vernici e quadri di Bettera e Bashenis.
La mostra è aperta tutti i giorni e tra gli avvenimenti da segnalare in questo periodo il giorno 9 giugno conferenza di Cesare Gualazzini sulla costruzione della chitarra, i concerti di Cavallucci (chitarra) di Prilipco (balalaica) e dei violini dipinti di Ezia di Labio.

La mostra sta ottenendo uno strepitoso successo di pubblico e di critica.

Cav Salvatore Dugo
CDN Anlai Cremona

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti