Commenta

Provincia, il Piano cave diventa un 'processo' alla maggioranza

consiglio

AGGIORNAMENTO – Piano Cave in consiglio provinciale. Bagarre in aula durante la discussione sulla adozione del piano provinciale per il decennio 2013-2013. Il consigliere di Rifondazione Comunista Gianpaolo Dusi ha esordito chiedendo a Pd e opposizioni di uscire dall’aula per far mancare il numero legale e non consentire la votazione, anche alla luce della scarsa presenza di consiglieri nelle fila della maggioranza. Il Pd non ha accolto la richiesta. Dunque, è iniziata la discussione. La questione più ‘scottantante’ riguarda la cava di argilla del Pianalto Melotta a Romanengo. “Prendo atto che la mia Giunta è sorretta non solo da Lega e Pdl, ma anche dal senso di responsabilità della minoranza”, ha commentato il presidente Massimiliano Salini. Il consigliere Dusi ha gridato all’inciucio ed è uscito dall’aula. “La maggioranza – ha detto il consigliere del Pdl Antonio Agazzi durante il suo intervento – è sempre la stessa, è stato solo un problema organizzativo, se faremo nuove alleanze lo diremo prima agli elettori”.

SEGUONO AGGIORNAMENTI

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti