5 Commenti

Allo Scientifico gettato crocifisso dalla finestra

aselli-crocifisso

Un episodio che ha fatto parecchio scalpore tra le aule del Liceo Scientifico Aselli e nell’ambiente scolastico cremonese che ne è venuto a conoscenza. Nei giorni scorsi, qualcuno ha lanciato dalla finestra di una classe un crocifisso. E’ successo nella parte della scuola che il Liceo Scientifico condivide con l’Istituto Ragioneria ‘Beltrami’. “Siamo scioccati dal gesto che condanniamo con fermezza”, hanno commentato i due dirigenti scolastici Laura Parazzi dello Scientifico e Adelio Maffezzoni di Ragioneria.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti
  • UDS

    ma…. se invece di “scioccarsi”, procedessero con un bel provvedimento disciplinare verso il responsabile del gesto o, in presenza di omertosità da parte dei compagni nel segnalarlo, di tutta la classe? Tipo con un bel 7 in condotta in sede di scrutinio (e relativi esami a settembre in tutte le materie per tutti)?
    Sono sicuro che qualche benpensante catalogherebbe questa mia proposta come “Fascista”, ma altresì sono certo del valore educativo che la sua applicazione avrebbe sui dolci pargoli.

  • Francesco

    Per me si è buttato da solo…
    …e guai a chi non ci crede.

  • miracolo

    Miracoloooooooo!
    A Cremona crocifisso vola in cielo e poi inspiegabilmente decide di tornare al suolo.
    Segno che vuole stare con noi.
    Gioiamio e preghiamo.

  • Paolo

    Capisco che c’è scandalo verso un atto “teppistico”, comunque da denunciare. Ma non capisco perchè c’è scandalo verso “quella cosa” che non dovrebbe stare in un istituto statale. Siamo o non siamo in uno stato Laico, almeno sull’attuale costituzione c’è scritto così.

  • Giulia

    Visto che in TEORIA dovremmo essere uno stato laico… A questo punto, direi di toglierli definitivamente! Poi chiaro, io non credo in dio, però penso che comunque sia un gesto da condannare!!! Tante persone in tutto ciò ci credono, e si appoggiano per alcuni problemi che hanno quindi è un gesto gravissimo e parecchio irrispettoso verso le persone che credono nella religione cristiana!
    Capisco che a quest’età i ragazzi si sentono un po’ chissà chi e pensano di poter fare e spaccare tutto.. Ma nel limite!
    Io ho 22 anni, non 80, eppure non condivido questo, come altri gesti (tipo spaccare panchine, o giochi per bambini nei parchi pubblici!).
    Sicuramente sarà figlio di qualche “noto professionista”, perchè penso che se fosse stato qualche rumeno avrebbero già scritto le iniziali e il prezzo che avrebbe dovuto pagare…