3 Commenti

Via Goito, è ancora fermo il cantiere di palazzo Aschieri

via-goito

Un cantiere che non vede la fine. Si sono fermati i lavori iniziati più di una anno fa, a marzo 2012, all’area all’incrocio tra via Goito e via Palestro, dove sorgeva l’ex Supercinema, abbattuto per fare spazio alla mediateca che doveva essere realizzata dal Ministero. Poi, nel 2004, con i lavori di abbattimento della struttura esistente sono iniziati i problemi. E’ stato compromesso il vicino palazzo Aschieri ferito da crepe, cedimenti e fessure. Da lì, via a ricorsi e controricorsi, fino al 2009 anno dell’accordo: il Ministero si impegnava a sistemare palazzo Aschieri, ma rinunciava al progetto della Mediateca per mancanza di fondi. A marzo 2012, l’inizio dei
lavori per 694mila euro. Ora, un nuovo stop. La ditta che stava realizzando l’opera pare sia fallita, dunque i lavori si sono fernati. All’interno della rete arancione, infatti, lo spazio è deserto. Tra le impalcature e il materiale edile accatastato, crescono piante ed erbacce. Il Ministero – da quello che si riesce a sapere – avrebbe già individuato un’altra impresa, ma non è dato conoscere i nuovi tempi del cantiere.
“Finiti i lavori, quando l’area tornerà ad essere del Comune – ha detto l’assessore ai Lavori Pubblici del Comune Francesco Zanibelli – l’idea è quella di ricavare in quello spazio degli stalli per la sosta strategici, anche alla luce del cambiamento di corso Garibaldi in area pedonale”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti
  • Paolo Mantovani

    Sarebbe bello che, nel frattempo, si studiasse un progetto serio su quest’area. Qualcosa che vada oltre il libro dei sogni. In modo che, quando tornerà nelle disponibilità dell’amministrazione, si possa subito partire per realizzare l’opera.

  • paolo

    Se tanto mi da tanto…..non e’ che il cantiere degli ex laboratori dei marmisti sotto il cavalcavia del cimitero sta facendo (se gia’ non ha fatto) la stessa fine? E questo, naturalmente, dopo che qualche personaggio pubblico, gongolando e gonfiando il petto, aveva annunciato “Stavolta e’ la volta buona”…

  • paolo

    preciso che il riferimento alla frase “stavolta e’ la volta buona” si riferisce agli 2enne” rinvvi e fallimenti delle ditte precedentemente incaricate (ma apparentemente scelte in modo improvvido dalle autorità preposte)