Cronaca
Commenta8

'Buco' Aem, il Pd: 'E adesso faranno un resort al Massarotti?'

Pd, Lega e Fli sulle barricate per la gestione della municipalizzata Aem che ha chiuso il bilancio di esercizio 2012 con un deficit di un milione e 900 mila euro (leggi l’articolo). Reazioni durissime dal Partito Democratico che, attraverso il segretario Titta Magnoli, esprime forte contrarietà. “L’entità del buco nel bilancio è estremamente grave – ha detto Magnoli – E non è ascrivibile alla crisi economica, ma a scelte strutturali profondamente sbagliate. Bisogna capire adesso cosa intenda fare il Comune per recuperare”. A proposito, il sindaco – nel comunicato stampa diffuso dopo il Cda che ha approvato il Bilancio – ha riferito: “La perdita sarà coperta con le riserve. Questo risultato conosciuto ed atteso non inficia il buon lavoro che è stato fin qui fatto e che ha consentito solo nel 2012 di realizzare investimenti per la città per 6 milioni di euro. Al di là delle polemiche strumentali di qualcuno, sono certo che i cremonesi non hanno dubbi sul buon lavoro fin qui svolto dall’Azienda pubblica”.
“Con le riserve? – ha commentato Magnoli – Il sindaco ci dice che c’è un vaso che perde e lui, invece che tappare il buco, ci mette dentro altra acqua. Non mi sembra una soluzione intelligente. La verità è che hanno buttato via i soldi per comprare il parcheggio Massarotti e per investimenti sbagliati. Occorre cambiare rotta: serve una visione diversa delle municipalizzate. Non sono immobiliari con cui fare investimenti per la città quando non si hanno i soldi. Gli investimenti vanno fatti per abbassare le tariffe. Adesso, o creano un resort nel Massarotti per incamerare utili o aumentano i costi per le famiglie”.
“Politiche economiche spericolate e arroganti – il commento di Alberto Mariaschi, segretario cittadino della Lega – Hanno fatto delle scelte sbagliate che continuano a pagare i cittadini cremonesi. Negli investimenti sbagliati ci mettiamo anche il teleriscaldamento che si sta rivelando un salasso. E dicono di aver aumentato gli introiti dei parcheggi, già ma i parcheggi chi li paga e che servizi offrono? La cosa grave è che non vedo un’inversione di tendenza. Dovrebbero cambiare le persone, il sindaco in primo luogo e Albertoni, scelto da Perri in continuità con l’amministrazione del centrosinistra”.
A nome della segreteria cittadina del Fli, che aveva posto il problema anche in precedenza, Paolo Italia dichiara che “sull’evidente grave risultato negativo, deve essere data informazione alla cittadinanza. Non solo al Consiglio Comunale che rappresenta l’azionista. E’ giusto che i cittadini sappiano il perché di determinati investimenti di cui non si vedeva la necessità. Un esempio per tutti: l’ acquisto di via Massarotti, operazione discutibile perché, soprattutto dopo l’apertura di piazza Marconi a Cremona non mi pare vi fossero problemi di parcheggio”.”Qual è la sua redditività? Si tratta di soldi pubblici, adesso quanto rende? E l’ex macello? Aem l’ha comprato dal comune, che avrebbe anche potuto alienarlo in altro modo, mettendolo all’asta. Ritengo – conclude Fli –  che i cittadini abbiano bisogno di risposte, soprattutto in questo periodo, in merito alla bontà degli investimenti fatti, bontà che non si vede.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti