Commenta

Villa: 'Nolli impari ad ascoltare anche chi non la pensa come lui'

villa-comune

Tirata in ballo dal vicesindaco Roberto Nolli (prima del silenzio auto-impostosi su Facebook per motivazioni politiche) Celestina Villa, ex assessore di centrosinistra e militante di Rifondazione Comunista replica all’accusa che la protesta dei genitori contro il caro – rette sia stata pilotata da una parte politica, avversa all’amministrazione Perri. “Il vicesindaco deve smetterla di dire che tutti quelli che non la pensano come lui sono dei comunisti – afferma. Dovrebbe invece riflettere sul fatto che i cittadini, dotati di normale intelligenza, sono in grado di valutare quello che sta accadendo. Non tutti coloro che iscrivono i figli nelle scuole comunali hanno i redditi di un dottore commercialista, questa è la semplice verità. Quanto alla mia presenza in Consiglio Comunale lo scorso lunedì, io sono arrivata lì seguendo il tam tam della notizia, che si era diffusa su internet. Poi sono stata fotografata con il gruppo di genitori che chiedeva semplicemente di essere interpellato. Mi spiace per loro che la mia presenza abbia dato un’impronta di ‘partito’ ad una manifestazione organizzata in totale autonomia”.

Villa, ex assessore al Bilancio nella giunta Corada, proprio il ruolo che riveste Nolli, afferma “che mai, quando ero in giunta, mi sono permessa di chiedere a chi domandava di incontrami, di quale idea politica fosse. Occorre aveve la pazienza di ascoltare, anche chi non la pensa come te”. Non di comunicare le decisioni a cose fatte.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti