Commenta

Premio letterario 'Zanibelli', ad un anno dalla scomparsa

zanibelli

Ad un anno dalla scomparsa del consigliere comunale Angelo Zanibelli (il 2 luglio alle 18.30 sarà celebrata una Messa nella chiesa di sant’Agostino) su iniziativa di Sanofi Italia viene istituito il Premio Letterario: Leggi in Salute “Angelo Zanibelli”. Il Premio, – dichiara il Segretario provinciale dell’UDC Giuseppe Trespidi – che si prefigge di ricordare la particolare vocazione di Angelo al partenariato e la sua dedizione ad un dialogo sempre trasparente ed opportuno, viene istituito nell’ottica di contribuire alle politiche sanitarie del nostro Paese. Ha come obiettivo la promozione della buona informazione sui temi sanitari attraverso la composizione di opere letterarie e premierà l’autore che avrà saputo meglio esprimere e raccontare attraverso le parole, in maniera chiara ed incisiva, una tematica nel contesto sanitario o sulla salute.

Con questa iniziativa della società Sanofi Italia, nella quale Angelo Zanibelli ricopriva il ruolo di Direttore della Comunicazione e delle Relazioni Istituzionali, viene ancora una volta confermato che Cremona e la politica hanno perso una persona straordinaria. – continua Trespidi – Una persona che amava la sua città e alla quale ha dedicato la sua intelligenza, la sua umanità, la sua concretezza insieme alla sua passione per la politica. Le sue intuizioni e la sua lettura del presente e del futuro non appartenevano alla normalità: era sempre in anticipo sugli eventi e su ciò che andava fatto. Il suo modo di concepire la politica e sul come realizzarla andava fuori dagli schemi classici. Andava subito al nocciolo del problema. Non era un attendista: amava l’azione. Tranquillamente e senza alcun problema avrebbe potuto fare il Sindaco di Cremona. Lunedì 1 luglio alle 11.30 – conclude Trespidi – al Senato ci sarà la presentazione della prima edizione del Premio letterario. Interverranno: Pier Ferdinando Casini, Daniel Lapeyere, Gianni Letta, Franco Marini, Matteo Zanibelli, Arturo Zanni con la moderazione di Antonio Polito.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti