Commenta

Polo Tecnologie, cinque mesi per i fondi Fasani assicura: 'Progetto piace alle aziende'

polo-tecnologico

Cinque mesi per aggiudicarsi un milione di euro per il Polo delle Tecnologie, 12mila metri quadrati di insediamento di aziende di tecnologia avanzata nelle aree dell’ex Macello (ambito ‘City Hub’) condiviso da Comune, consorzio di imprese Crit,  Politecnico e AemCom. L’aggiornamento in commissione Vigilanza del Comune. Entro il 15 luglio il Comune saprà se il progetto ha superato il secondo step. Da quel momento, ci sono appunto 4 mesi di tempo per fornire la documentazione definitiva. Poi, massimo 30 giorni e la Regione delibererà il finanziamento o meno da un milione di euro. Il sì ai fondi implicano un anno e mezzo di tempo (prorogabile) per iniziare e ultimare i lavori. Dunque, si parlerebbe del 2015. “Se c’è la volontà – ha detto l’assessore Fasani – un anno e mezzo è un tempo congruo per realizzare degli uffici. Non mi interessa se non sarò io a inaugurare il Polo perché la Giunta sta lavorando per il futuro della città”. Decisivo il finanziamento dei privati. Il bando, infatti, riguarda una partnership tra Comune e sei aziende del consorzio di imprese. Il Polo costa 2milioni e mezzo di euro, il Comune ne mette 1milione e 200 mila (sfruttando 1milione di finanziamenti regionali), il resto è a carico delle imprese. Il Comune finanzierà parte del fabbricato che ospiterà servizi delle aziende a favore dell’amministrazione. “L’apporto dei privati – ha spiegato Fasani – è il nocciolo della questione. La forza del nostro progetto sono le aziende, se non ci sono loro non è una sconfitta dell’amministrazione. Comunque sia, ad oggi, non percepisco questi timori di abbandono da parte delle imprese. La rappresentante del consorzio Cortellini Lupi mi sprona ad andare avanti. Questa è un’operazione che piace alle aziende”. Opposizioni hanno espresso dubbi sul fatto che i soldi dei privati potrebbero non arrivare. Diverso discorso per tutto il comparto city hub che comprende stadio, ex mercato ortofrutticolo, Foro Boario. “Per tutto il comparto – ha detto Fasani -, stiamo parlando 170mila euro, prevediamo uno sviluppo più dilatato. Da un punto di vista urbanistico, stiamo concludendo il piano di costruzione di questo grande piano”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti