Commenta

Veglia per Riccardo Tanti giovani stretti attorno alla famiglia

veglia-evi

Foto di Francesco Sessa

Commozione e incredulità. Questa l’atmosfera che si respirava ieri sera durante la veglia in ricordo di Riccardo Sapienza, il ragazzo di vent’anni morto in sala operatoria all’ospedale Maggiore. L’appuntamento di riflessione, voluto da don Enrico Maggi per esprimere vicinanza a Salvatore ed Annalisa, i genitori di Riccardo, si è svolto nella parrocchiale del quartiere Cambonino, dove Riccardo abitava con la sua famiglia. Hanno partecipato tanti giovani, oltre agli amici, ai compagni della squadra di calcio del Torrazzo, ai parenti e conoscenti che si sono stretti attorno ai familiari dello sfortunato giovane.
Intanto sabato mattina alle 11 nella parrocchiale S.Giuseppe saranno celebrati i funerali del ventenne, morto improvvisamente nel primo pomeriggio di martedì all’ospedale dopo l’anestesia e prima dell’inizio di un intervento chirurgico che si era reso necessario per un pneumotorace spontaneo.
Attraverso il suo legale, l’avvocato Gabriele Fornasari, la famiglia ha chiesto un periodo di silenzio. L’altro ieri sul corpo di Riccardo è stata effettuata l’autopsia. Eseguiti anche i prelievi per i test tossicologici.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti