2 Commenti

Vuoi cedere negozio? Anche Cremona si offre ai cinesi

cinesi-evi

Due locali notturni, con tanto di disco-pub e karaoke nella prima periferia di Cremona; un negozio di pelletteria nella prestigiosa via Solferino; un negozio di alimentari e macelleria in via Mantova; persino un intero immobile su tre piani, del valore di 800mila euro, a destinazione commerciale e abitativa, a Crema. Sono solo alcune delle attività commerciali o comunque degli affari immobiliari che gli imprenditori di casa nostra propongono ai colleghi cinesi, decisamente i più intraprendenti in questo periodo di crisi. Gli esempi citati provengono da uno dei siti specializzati nell’intermediazione italo – cinese, “vendereaicinesi.it”. Centinaia di proposte commerciali tra le quali poter scegliere. In provincia di Cremona sono 12 le attività o gli immobili inseriti, molti dei quali sul cremasco. Per tutti, la descrizione dell’attività, in doppia lingua, italiano e cinese; le superfici commerciali e anche il fatturato o giro d’affari. Sono indiacte anche le rochieste per la cessione delle licenze commerciali (liberalizzate però da anni per quasi tutte le categorie).

Tra le attività segnalate nel capoluogo ci sono due locali pubblici, uno in zona cimitero, l’altro nei dintorni di via Sesto. “Vendo attività già avviata di bar, ristorazione, live music e karaoke, prezzo trattabile” in un caso; “pub birreria con musica dal vivo, tutto a norma, riscaldato e climatizzato, con palco e impianto per musica Live Superficie Esterna: 150 m²”, valore 250mila euro nel secondo caso. Ma anche negozi storici, come la pelletteria di via Solferino.

In pochi anni le dinamiche sono cambiate e i cinesi che inizialmente avevano acquistato un gran numero di licenze per svolgere attività ambulanti al mercato, adesso stanno rivendendole per acquistare negozi in sede fissa o aprire ristoranti (molto spesso di cucina giapponese, come il prossimo Sushi Wok che aprirà nella palazzina Liberty del Foro Boario). E’ a loro che ormai si rivolgono i gestori che vogliono cedere la propria attività.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti
  • Una che legge

    menù del giolno… tipici velmetti alla clemonese…

    ormai abbiamo passato il limite del non ritorno… a quando il dialetto cinese?

  • bè,a sto punto meno male che ci sono loro che rilevano alcuni bar e negozi.se no cremona sarebbe come quelle città deserte del far west!