Commenta

Imu, 474,52 euro per la prima casa La spesa media di ogni cremonese

case

I cremonesi nel 2012 hanno versato mediamente 474,52 euro per la prima casa. Con questo dato Cremona si piazza al 37esimo posto in Italia per l’ammontare pro capite dell’Imposta Municipale Unica. Sono i dati che si leggono nel dossier diffuso nei giorni scorsi dal senatore del Pd Marco Stradiotto che, rielaborando i dati del Ministero dell’Economia e delle finanze, ha stilato una classifica tra i Comuni capoluogo prendendo in considerazione il gettito dell’imposta per abitante nel 2012. La sua proposta è quella di abolire l’IMU abitazione principale e sostituirla con una service tax di esclusiva competenza comunale.
Già, perché il confronto ha fatto emergere qualche squilibrio a livello territoriale. Un esempio, tra Siena, al primo posto e Iglesias all’ultimo c’è un abisso: 739 euro circa di differenza tra il Comune toscano e quello sardo. E mentre sull’Imu, congelata fino all’autunno, si è riaperta una battaglia politica (tra il centrodestra che la vuole abolire e il centrosinistra – almeno quello di governo – che la vuole rimodulare), ecco altri numeri. Per quanto riguarda l’abitazione principale, nella graduatoria Cremona è dopo le vicine Mantova (669,24 euro pro-capite), Parma (634,25 euro), Brescia (585,40 euro), Bergamo (572,01), Piacenza (509,98) e prima di Lodi (459,39). Per quanto concerne gli altri fabbricati, i cremonesi hanno speso 387,04 euro pro-capite, piazzandosi al 38esimo posto in Italia, dopo tutte le altre province vicine ad eccezione di Lodi.

Scarica il dossier di Marco Stradiotto

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti