Commenta

Caduto in bici, grazie a sanitari e cittadini per soccorsi

Lettera scritta da Giorgio Rampi

Gentile Direttore,

attraverso le pagine del giornale, mi sia concesso di esprimere sentiti ringraziamenti alle persone che il 2 agosto scorso alle 12,00, nei pressi di Gargnano mi hanno prestato soccorso per una brutta e rovinosa caduta in  bicicletta, in modo particolare all’equipe del 118/AREU dott. Palmigi, l’infermiera Della Torre e l’autista/tecnico Borgnino che, con assoluta umanità, professionalità e competenza mi hanno prestato le cure del caso permettendo di ricongiungermi con la famiglia, acciaccato ma intero. I ringraziamenti vanno estesi anche alla gentile signora che fermandosi, bloccando il traffico in senso opposto ha permesso che i soccorritori operassero senza rischi, all’anonimo collega ciclista (poi rivelatosi medico) che ha aiutato il 118, agli amici del gruppo ciclistico Pedro Bici Team e del Gruppo Ciclistico del Dopolavoro Ferroviario di Cremona.

Nella foto che allego si vede il mio caschetto che per l’impatto col suolo è scoppiato salvandomi la vita.

Ringraziandola anticipatamente porgo cordiali saluti

Giorgio Rampi

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti