Commenta

Uffici giudiziari sopra l'Agenzia Entrate Trasferimento incerto

tribu

Non avverrà prima del 2014 il trasferimento di alcuni uffici giudiziari da palazzo Persichelli – dove stanno per arrivare impiegati e giudici del Tribunale di Crema –  al secondo piano del palazzo che ospita l’Agenzia delle Entrate, con ingressi dalla stessa via dei Tribunali e da corso Vittorio Emanuele. Il Comune è tenuto per legge ad assicurare gli spazi per il funzionamento della Giustizia ed è per questo che da un anno il settore Patrimonio sta lavorando in vista dell’arrivo dei cremaschi. Il Ministero paga l’affitto all’ente locale oltre alle spese di manutenzione ordinaria, anche se i tempi di liquidazione degli importi sono lunghissimi.

“A differenza di altri che stanno combattendo una battaglia più politica che tecnica contro il trasferimento del personale in forza a Crema – afferma l’assessore all’Urbanistica e al Patrimonio Federico Fasani –  noi stiamo lavorando da tempo per cercare una soluzione alla necessità di dotare gli uffici di spazi più ampi”. Proprietario dell’immobile dove  al piano terra e al primo ha sede l’Agenzia delle Entrate è però la Provincia, che in parte ha trasferito la proprietà dell’immobile (con ingresso da corso Vittorio Emanuele) al fondo Eridano. Negli stessi uffici attualmente vuoti a cui guarda il Comune,  la Provincia vorrebbe trasferire gli impiegati dell’ex Provveditorato agli Studi, ormai svuotato e con poco personale e probabilmente anche gli uffici dislocati in via Dante, dove paga un affitto.

Tornando a Fasani, “trattandosi di spazi già adibiti ad ufficio e occupati fino a poco tempo fa, non saranno necessari molti lavori”. Le risorse finanziarie per il trasferimento da un capo all’altro di via Tribunali però al momento non ci sono, saranno reperite sul bilancio dell’anno prossimo. Intanto, profilandosi tempi lunghi per il trasferimento,  il Comune ha già speso oltre 25mila euro per adeguare palazzo Persichelli alle nuove esigenze dell’amministrazione giudiziaria. Su richiesta del presidente del Tribunale  è stata fatta una manutenzione straordinaria dell’impianto elettrico (15.730.00 euro, finanziati con stanziamenti di bilancio 2013). Altri 10.000,00 euro erano già stanziati per migliorie e adeguamenti degli spazi interni dell’edificio di palazzo Persichelli.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti