Commenta

Tribunale, si amplia l'organico: nuovo giudice e posti a concorso

giudice-tribu

Nella foto, il giudice Giulia Maria Lignani

Si aggiunge un nuovo magistrato alla pianta organica del tribunale di Cremona che da circa un mese ha accorpato la sede di Crema. E’ Giulia Maria Lignani, giudice civile. 36 anni, sposata, due figli piccoli, arriva da Perugia ed è al suo primo incarico. Prima lavorava all’Agenzia delle Entrate di Perugia. A Cremona si occuperà di contenzioso civile: divisioni, successioni, immigrazione e diritti reali. In modo particolare si occuperà di smaltire l’arretrato di Cremona e di Crema.
E’ ufficiale, intanto, la notizia che sono stati messi a concorso due posti per il tribunale, e altri tre per la procura (attualmente i pm in procura sono quattro, mentre dovrebbero essere in sei). Previsto anche il potenziamento dell’ufficio gip/gup, che ora vede in servizio due soli magistrati: il giudice Guido Salvini, a capo dell’ufficio, e la collega Letizia Platè. Troppo pochi, visto il maggior carico di lavoro che l’accorpamento ha portato con sé.
Con i posti a concorso, la pianta organica del tribunale di Cremona vedrebbe la presenza di 19 giudici, un numero ottimale già indicato a suo tempo dal Ministero nell’ambito della riorganizzazione degli uffici giudiziari italiani. In questo modo, come aveva già avuto modo di sottolineare il presidente della sezione penale Pio Massa durante l’inaugurazione dell’anno giudiziario nel gennaio di quest’anno, “il tribunale non sarà più promiscuo, ma ogni magistrato avrà la propria specializzazione, e di conseguenza i servizi ai cittadini saranno migliori e più efficienti”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti