Ultim'ora
11 Commenti

Pm10 già su, Zaffanella contro legge regionale iniquo vietare auto vecchie

Il consigliere Comunale capogruppo del Misto Giacomo Zaffanella contro la legge antismog della Regione che da domani, 15 ottobre e per tutto l’inverno fino al 15 aprile, impone il divieto di circolazione alle automobili più inquinanti. “Una legge regionale assurda, in nome della lotta all’inquinamento impone il blocco totale della circolazione per 5 mesi su tutto il territorio regionale dei veicoli che non siano Euro2 e superiori. Chi ha automobili euro 1 o inferiori, non lo fa per scelta ma perchè non può permettersi l’acquisto di un’auto nuova, paga assicurazione e tassa di circolazione regionale per 12 mesi all’anno!! Un muratore, un imbianchino, un artigiano, come fanno ad andare a, se non usano auto blu pagate anche da coloro che hanno auto euro1”.

Giacomo Zaffanella, gruppo Misto

Quindi l’appello ai consiglieri regionali Federico Lena, Carlo Malvezzi, Agostino Alloni: vi prego, cari amici consiglieri non perdete il contatto con il punto di vista della gente vera, non contribuite a creare ulteriori problemi a chi ne ha già troppi anche senza questa norma…..abrogatela, entra in vigore tra pochissimo!!!”.

La normativa antismog prevede che dal lunedì al venerdì, dalle 7.30 alle 19.30 non possano circolare gli autoveicoli Euro 0 benzina (non omologati) Euro 0, Euro 1, Euro 2 diesel (omologati). Il fermo si applica a tutti i tratti stradali che ricadono all’interno del territorio comunale, comprese le strade provinciali e statali, ad esclusione di autostrade, strade di interesse regionale, tratti di collegamento tra le autostrade e le strade e gli svincoli delle stesse e i tratti di collegamento ai parcheggi posti in corrispondenza delle stazioni periferiche dei mezzi pubblici o delle stazioni ferroviarie.

Le Pm10 hanno già fatto la loro comparsa in città. Il 10 ottobre le centraline di piazza Cadorna, dello Zaist e di Spinadesco hanno superato seppure di poco quota 50 microgrammi al metro cubo. Una vecchia storia che si ripete e provvedimenti che inevitabilmente sono solo palliativi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti