Commenta

Salone dello Studente, inaugurata la XVIII edizione

sal

Con l’esecuzione di due brani musicali eseguiti da un quartetto di studenti del Liceo Musicale “Stradivari” si è aperta questa mattina, nella grande Sala del Consiglio del Palazzo della Carità, sede della Fondazione “Città di Cremona”, la cerimonia inaugurale della XVIII edizione del Salone dello Studente. Un’esibizione molto apprezzata dal folto pubblico presente e un doveroso omaggio ai ragazzi, i veri protagonisti di questa manifestazione. Dopo il saluto del padrone di casa, Giacomo Spedini, presidente della Fondazione “Città di Cremona, che ha sottolineato l’importanza dell’educazione per prevenire il disagio, è intervenuta Paola Picciafuochi, prefetto di Cremona. Con molta schiettezza, la rappresentante del Governo, esprimendo la sua soddisfazione di trovarsi tra ragazzi protagonisti di un momento importante, ha dichiarato che tutti quelli che appartengono alla sua generazione dovrebbero sentirsi un po’ in colpa nei confronti dei giovani, verso i quali si sarebbe dovuto fare e si dovrebbe fare di più, lasciando loro maggiore spazio. “Avremmo dovuto inoltre essere in grado – ha aggiunto il Prefetto – di trasferire ai giovani quei valori che noi abbiamo avuto la fortuna di ricevere da chi ci ha preceduto”, sottintendendo che, se così fosse avvenuto, la situazione forse ora non sarebbe così difficile. Il prefetto Piacciafuochi ha quindi consegnato al sindaco Oreste Perri la Medaglia del Presidente della repubblica, certamente quale premio di rappresentanza, ma anche come riconoscimento della capacità della capacità del Comune di Cremona, nel suo complesso, di essere riuscito a continuare nel tempo un evento che riveste una rilevanza per la formazione e l’orientamento delle giovani generazioni.

“Ringrazio tutti gli intervenuti, i partner, i coorganizzatori e gli sponsor. Ringrazio gli organizzatori e tutti coloro che rendono possibile la realizzazione di questo appuntamento dedicato ai giovani, alle scuole, ai genitori”, ha esordito il sindaco Oreste Perri che ha aggiunto: “La presenza oggi in sala di rappresentanti autorevoli, delle forze dell’ordine e della società civile, mi confermano l’attenzione che da sempre questo evento è capace di sollecitare e voglio esprimere la mia soddisfazione per essere riusciti, anche quest’anno, nonostante il difficile momento economico, grazie anche al sostegno dato da numerosi sponsor, a realizzare il Salone dello Studente che si conferma come un evento importante ed atteso. L’orientamento è un investimento economico, sociale, culturale che l’amministrazione tiene come punto fermo: è giusto aiutare i giovani nelle scelte che si trovano a compiere al termine del loro percorso di studio, ma bisogna saperlo fare in modo che siano loro i protagonisti della scelta che segnerà poi il loro futuro, perché solo così potranno crescere, maturare e non subire qualcosa che è stato loro imposto o che rappresenta solo un fardello da sopportare per tutta la vita lavorativa. Il Salone dello Studente è ormai una tappa fondamentale di un percorso di orientamento più strutturato e complesso, che l’Assessorato alle Politiche Educative portano avanti ogni giorno. Un grazie a tutti i nostri ospiti e alle scuole e ai docenti e ai ragazzi del Liceo Musicale Stradivari che ha aperto in musica questa cerimonia. Un ringraziamento ai ragazzi del Cr Forma e in particolare alla direttrice del Centro, Paola Brugnoli”.

Presente alla cerimonia anche il consigliere regionale Carlo Malvezzi, che ha tenuto a sottolineare come Regione Lombardia, nonostante la ristrettezza delle risorse, stia investendo molto sulla formazione per facilitare l’inserimento nel mondo del lavoro delle giovani generazioni in base ai loro talenti, alle loro capacità e tenendo presente le esigenze proprie delle aziende e di tutte le realtà che fanno impresa. Il presidente della Provincia Massimiliano Salini, dal canto suo, ribadendo il sostegno dato da sempre dal suo ente al Salone, ha tenuto a sottolineare che, anche per la sua esperienza personale, è importante far passare il concetto che le giovani generazioni devono sapere osservare con attenzione ciò che le circonda, perché riescano a stupirsi di ciò che esiste, senza volere per forza inseguire falsi modelli di perfezione.

“Nonostante le difficoltà economiche anche quest’anno siamo riusciti a garantire la realizzazione di questo importante evento – ha detto infine l’assessore alle Politiche Educative Jane Alquati – che si colloca all’interno di una più articolata serie di servizi dedicati all’orientamento che l’Informagiovani del Comune di Cremona offre alle scuole, di ogni ordine e grado e agli sportelli della Rete Territoriale. Oltre ai quattro giorni della manifestazione, viene riproposta la rassegna ‘Orientamento e dintorni’ che prevede un calendario fitto di attività, incontri, dibattiti dedicati al tema dei giovani, nei mesi di novembre, dicembre, gennaio e febbraio in tutto il territorio. L’Agenzia Servizi Informagiovani, come ogni anno, sarà a disposizione delle scuole secondarie di primo grado e delle famiglie per erogare le attività di orientamento propedeutiche alle iscrizioni alle scuole secondarie di secondo grado di gennaio 2014. Un sentito ringraziamento va a coorganizzatori e sponsor, grazie al sostegno dei quali, anche quest’anno, siamo riusciti a realizzare la manifestazione. Quest’anno hanno prenotato la visita al Salone 34 classi delle elementari e 94 classi delle medie (sia della provincia che fuori provincia) per un totale di circa 3000 studenti. La XVIII edizione del Salone dello Studente proseguirà poi nel 2014 con il Salone in Tour, dedicato ai ragazzi delle scuole secondarie di secondo grado, università e mondo del lavoro”.

Terminati gli interventi, introdotti da Maria Carmen Russo, responsabile dell’Agenzia Servizi Informagiovani, coordinatrice dello staff che realizza la manifestazione e la segue in ogni dettaglio, e dopo il tradizionale taglio del nastro, è seguita la visita agli stand allestiti nel vicino Centro Culturale di S. Maria della Pietà.

IL SALONE DELLO STUDENTE IN SINTESI

Il Salone dello Studente Junior è dedicato ai bambini delle scuole primarie e ai ragazzi delle scuole secondarie di primo grado. Tutte le classi in visita al Salone sono accompagnate in un percorso strutturato all’interno dell’area espositiva con una serie di laboratori dedicati a vari temi di cui l’orientamento rimane l’elemento essenziale. Le classi saranno accolte da orientatori e guidate lungo il percorso fra i vari stand. Nelle giornate dal 27 al 30 novembre il Salone è riservato alle scuole, mentre il 30 novembre, dalle 14.30 alle 19.00 apre a genitori, alunni e a tutta la cittadinanza. Il programma delle giornate è disponibile sul sito della manifestazione www.salone-studente.it

Durante le giornate espositive del Salone dello Studente i ragazzi delle Scuole Secondarie di Primo Grado parteciperanno a laboratori espressivi curati dal Liceo Artistico Statale “Bruno Munari” e dall’Associazione “Facilidee – semplice comunicare” finalizzati alla creazione di prodotti artistici. Sabato 30 novembre i prodotti realizzati saranno esposti e verranno messi a disposizione delle famiglie che li vorranno “barattare” con materiale di cancelleria (es. pennarelli, tempere, plastilina, pennelli, forbici, colla, ecc.). Tutto il materiale raccolto verrà esposto presso la Chiesa del Foppone e donato in beneficenza alla Cooperativa Nazareth.

Durante le giornate espositive del Salone dello Studente i ragazzi delle scuole secondarie di primo grado partecipano a laboratori espressivi curati dal Liceo Artistico Statale “Bruno Munari” e dall’Associazione “Facilidee – semplice comunicare” finalizzati alla creazione di prodotti artistici. Sabato 30 novembre i prodotti realizzati saranno esposti e verranno messi a disposizione delle famiglie che li vorranno “barattare” con materiale di cancelleria (es. pennarelli, tempere, plastilina, pennelli, forbici, colla, ecc.). Tutto il materiale raccolto verrà donato in beneficenza.

Nel pomeriggio conclusivo del Salone dello Studente i ragazzi delle scuole primarie parteciperanno a laboratori espressivi finalizzati alla produzione di tavole decorative ispirate al mondo di G. Klimt. Verranno inoltre presentati i nuovi corsi per bambini e ragazzi organizzati dal Nuovo Gruppo Artistico Il Cascinetto previsti per l’anno scolastico in corso.

Da segnalare infine Taikonzero Drums, progetto di percussioni attraverso il riutilizzo di tamburi, bidoni, tubi, legno, pietre, bottiglie e materiali vari di recupero e scarto aziendale. Esibizione musicale dei musicisti di Taiko, un’antica disciplina giapponese, legata all’arte musicale delle percussioni in abbinamento con una gestualità rituale. Una tecnica particolare sotto la guida di un “cerimoniere”, attraverso l’utilizzo di tamburi scavati direttamente all’interno di grandi tronchi di legno. Al termine dell’esibizione i ragazzi potranno provare in prima persona gli strumenti.

Da sempre il Salone dello Studente coinvolge nella preparazione e gestione di alcune attività della manifestazione i ragazzi, veri protagonisti dell’iniziativa. Anche quest’anno torna l’atteso appuntamento “Questione di Stile” – laboratorio di giornalismo realizzato con i ragazzi del Liceo Classico Manin. I ragazzi sperimenteranno le tecniche della scrittura giornalistica con l’obiettivo di sensibilizzarli alla lettura competente di un quotidiano, di valorizzare la figura del giornalista, il ruolo e la funzione del giornale, oltre che di dare loro strumenti concreti ed efficaci. I ragazzi saranno “inviati speciali” al Salone dello Studente e avranno il compito di evidenziare giorno per giorno i principali eventi che si realizzeranno all’interno della manifestazione. Si faranno carico di intervistare i protagonisti, ricercare le situazioni più accattivanti, intervistare campioni di visitatori. Anche quest’anno verrà realizzata la TV del Salone in collaborazione con il Liceo delle Scienze Umane Sofonisba Anguissola – indirizzo comunicazione. I ragazzi si attiveranno per raccogliere interventi, immagini e opinioni tra le diverse iniziative proposte durante i quattro giorni della manifestazione. Il Liceo delle Scienze Umane Sofonisba Anguissola – indirizzo comunicazione parteciperà con le sue Tutor: le ragazze accompagneranno le classi in visita al Salone tra i diversi punti della città, sperimentando sul campo le competenze relative al loro corso di studi, in un percorso di alternanza scuola lavoro. Allo stesso modo le hostess – indirizzo turismo, dell’ Istituto d’Istruzione Superiore Luigi Einaudi presidieranno le sale e i diversi punti di interesse durante le giornate del Salone.

Il Salone dello Studente è un’iniziativa organizzata e promossa dall’Informagiovani del Comune di Cremona in collaborazione con Provincia di Cremona, Camera di Commercio di Cremona, Asl, Ufficio Scolastico Territoriale, Fondazione Città di Cremona, AEM Cremona S.p.A., Associazione Industriali della Provincia di Cremona, La Provincia – Quotidiano di Cremona e Crema, Centro Commerciale Cremona Po, Banca Cremonese Credito Cooperativo e Società Autostrade Centro Padane.

LA PRIMA GIORNATA

NUMERI della prima giornata – 27 novembre

CIRCA 800 STUDENTI NELLA MATTINATA

24 secondarie di primo grado, provenienti da Cremona e da Casalmorano, Sospiro, Pizzighettone, Brazzuoli, Paderno Ponchielli, Castelverde, Vescovato (CR) Alfianello, San Gervasio, Pralboino (BS), Castelvetro Piacentino (PC)

14 primarie tutte di Cremona

LABORATORI E INCONTRI

Mattino

Fra i laboratori proposti durante la mattinata

  • – Giuseppe Festa ha presentato il libro, edito da Salani “Il passaggio dell’Orso”

L’autore ha raccontato da dove è partita l’ispirazione per la stesura del suo libro, coinvolgendo i bambini presenti in sala non solo attraverso il racconto ma anche con interventi musicali. I bambini hanno fatto tante domande e si sono lasciati coinvolgere da un’ atmosfera informale e divertente.

  • Facebook condivisione e amicizia quali pericoli, laboratorio organizzato dalla Questura di Cremona su un tema di strettissima attualità che riguarda da vicino i giovanissimi e che ha riscosso grande interesse e partecipazione.
  • – Proiezione del film “Vado a Scuola” di Pascal Plisson, proiettato al Cinema Filo grazie al sostegno della Fondazione Città di Cremona. Questa pellicola narra la toccante storia di quattro bambini, provenienti da angoli del pianeta diversi ma uniti dallo stesso desiderio: studiare, consapevoli che il loro benessere dipenderà dalla conoscenza e dalla formazione. Docenti e ragazzi hanno assistito alla proiezione con estremo interesse, che sarà sicuro spunto di confronto e approfondimento in classe.
  • – Grande interesse anche per il laboratorio dedicato al Metodo di Studio Lo Faccio Domani. L’orientamento è un passaggio fondamentale nella vita di uno studente che si trova a scegliere il proprio percorso di studi, ma altrettanto importante è la modalità con cui si studia ogni giorno… Questo laboratorio ha lo scopo di aiutare i ragazzi a riflettere sul significato, le conseguenze e le strategie per contrastare la “tendenza a rimandare” . Un momento di confronto durante il quale i ragazzi possono riflettere sul proprio metodo di studio per migliorarlo insieme a compagni e insegnanti
  • – Sempre seguitissimi i laboratori Asl, che hanno coinvolto sia le scuole primarie, con il laboratorio “Fido and Friends – Qua La Zampa”, dove i bambini, sotto la guida esperta di veterinari imparano i segreti per gestire al meglio i propri cuccioli a 4 zampe e il laboratorio dedicato ai ragazzi di terza media, “Spazio per Giovani” con la presentazione del nuovo sito del Consultorio, spazio multimediale pensato per farli avvicinare in modo giovane and friendly alle tematiche legate alla salute.
  • La Bacchetta Magica di Stradivari all’interno della Bottega dell’Archetto. Novità della XVIII edizione, il laboratorio organizzato da “Chei del Bac” ha permesso ai bambini di scoprire le fasi di lavorazione e i materiali utilizzati nella costruzione del compagno inseparabile del violino: l’arco, provando infine, a suonare il violino.
  • – Infine, altra novità di quest’anno, il laboratorio a cura di Crart – Cremona Arte e Turismo, “Disegnamo la Musica”, un momento di pura creatività espressiva dove bambini e ragazzi hanno avuto la possibilità di capire, vedere e sentire, l’indissolubile legame di due arti apparentemente diverse, musica e pittura.

Tutte le sale della città che hanno ospitato i laboratori sono state presidiate dagli studenti dell’ Istituto d’ Istruzione Superiore Luigi Einaudi degli indirizzi Turismo e Tecnico dei Servizi Turistici, mentre le classi in visita al Salone sono stati accompagnati nei diversi momenti dalle tutor  del Liceo delle Scienze Umane Sofonisba Anguissola, nell’ambito dei progetti di alternanza scuola-lavoro.

Grande fermento nel pomeriggio presso la sede dell’Informagiovani  di Via Palestro  dove le redazioni gestite dai ragazzi del Liceo Manin per lo speciale dedicato al Salone dello Studente dal Quotidiano La Provincia “Questioni di Stile”  e i ragazzi del Liceo delle Scienze Umane Sofonisba Anguissola – indirizzo comunicazione, alle prese con il montaggio di tutti i filmati realizzati durante la mattinata per la “tivù del Salone” si sono dati un gran da fare.

Il Salone dello Studente è un format dell’Agenzia Servizi Informagiovani del Comune di Cremona a cui hanno lavorato:

Maria Carmen Russo – Responsabile Servizio Università Informagiovani del Comune di Cremona

Rosella Ziglioli

Raffaella Marenghi

Maria Lucia Inguscio

Elena Bassi

Maria Sara Rota

Simona Brunelli

Luca Beltrami

Maria Valentina Comellini

  •  Domani al Cinema Filo sarà ospite Elisa Puricelli Guerra con il libro “Cuori di Carta” edizioni Einaudi Ragazzi
  •  Presso la Chiesa del Foppone il laboratorio A-sino d’Oro per il Baratto Solidale di Sabato 30 novembre
  •  Le visite ai Musei della città

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti