5 Commenti

Pioggia mista a neve Il Comune stanzia i primi287 mila euro

neve

Sopra, Cremona imbiancata a gennaio 2013

Pioggia mista a neve, come previsto, da sabato mattina in città. Il Comune ha messo in atto il piano emergenza neve, allo scopo di garantire condizioni di sicurezza per la circolazione stradale, assicurare i servizi essenziali ed evitare gravi disagi alla popolazione. Le informazioni possono essere reperite sul sito internet del Comune (http://www.comune.cremona.it/).

Intanto sono stati fatti i primi stanziamenti per provvedere allo sgombero neve, una voce tradizionalmente pesante per le casse pubbliche. 287mila euro la prima tranche stanziata nei giorni scorsi dal settore Lavori Pubblici del Comune, che serviranno per pagare gli straordinari e la reperibilità ai dipendenti e l’acquisto dei materiali. Lo scorso anno vennero stanziati 121.350 euro per un primo acconto, seguiti da altri 200mila per il secondo.

Certo è che senza la responsabilizzazione di tutti poco possono fare gli spazzaneve per tenere pulite le strade. Sul sito del Comune e a SpazioComune è in distribuzione un vademecum con consigli utili. “I cittadini – si legge tra l’altro – possono togliere la neve dal proprio passo carraio e/o dal proprio accesso privato. La neve spalata va accumulata ai lati del passo carraio e non buttata in mezzo alla strada per non rendere vano il lavoro di pulizia. E’ bene acquistare sale nei supermercati o nei consorzi agrari e munirsi di pale per sgomberare le proprie aree private. E’inoltre possibile ritirare il sale gratuitamente presso il magazzino comunale di via del Macello 10/a recandosi muniti di sacchetto o altro contenitore; il magazzino è aperto dalle 8 alle 12 e dalle 14 alle 16. Il sale è in distribuzione anche ai centri sociali e negli oratori.  Gli operatori commerciali, del centro storico soprattutto, possono tenere percorribili i marciapiedi davanti alla propria attività commerciale. Può essere utile munirsi di pale e di scorte di sale da acquistare presso supermercati e consorzi agrari.

“Per quanto riguarda la circolazione stradale – mezzi di trasporto: utilizzare la propria automobile solo in caso di assoluta necessità, moderare la velocità e mantenere le distanze di sicurezza; non avventurarsi su percorsi innevati con pneumatici lisci o non adatti; utilizzare le catene se è necessario; usare i mezzi pubblici perché così il traffico è più scorrevole a vantaggio dei lavori di sgombero della neve dalle strade; non parcheggiare la propria auto, se possibile, su strade e aree pubbliche; ricoverarla in aree private e garage per agevolare il lavoro di sgombero neve – parcheggiare in modo corretto l’auto dove è consentito. Per quanto riguarda le segnalazioni: segnalare eventuali situazioni di criticità della viabilità e pericolo imminente (alberi e pali pericolanti, crolli, ecc.) telefonando al numero 0372-453024 emergenza neve del Comune di Cremona, attivo 24 ore su 24 (durante la nevicata). Altri consigli utili: non camminare nelle vicinanze di alberi e prestare attenzione, soprattutto in fase di disgelo, ai blocchi di neve che si staccano dai tetti; non utilizzare mezzi di trasporto su due ruote; ndossare scarpe adatte: quando nevica scarpe non adatte aumentano la possibilità di infortuni conseguenti a cadute e scivolamenti; fare scorte alimentari per le persone e familiari più anziani; fare scorta di sale presso i supermercati o i consorzi agrari; cquistare preventivamente pale o badili; parcheggiare l’auto in modo corretto o addirittura in aree private per non ostacolare i lavori di sgombero”

Numero da utilizzare durante la nevicata:
0372 453024; servizioneve@comune.cremona.it;
NUMERO VERDE emergenze sociali 800-995988 (chiamate da fisso) oppure 0372 463265 attivo dal lunedì al venerdì dalle 9.00 alle 12.00 e dalle 15.00 alle 18.00;
negli altri orari è necessario chiamare la Centrale Operativa della Polizia Locale 0372 454516.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti
  • e magari far spalare la neve ai carcerati o agli ospiti della casa dell accoglienza?aggià,siamo in italia!solo diritti e niente doveri per qualcuno..

    • italiana

      Come al solito il qualunquismo dilaga! Ci hai mai pensato a come garantire la sicurezza, facendo come proponi tu?

      • uh,è tornata la difensora d ufficio di extracomunitari e carcerati in genere!
        sarà pure qualunquismo,ma tu hai un modo di ragionare veramente da orticello padano!in molti stati,e non parlo solo di america,carcerati ed “ospiti”di quel paese vengono “usati”per fare lavori utili alla società!non per niente l italia è sotto accusa da parte dell europa per le condizioni precarie in cui vengono tenuti i detenuti!e cmq non devi far uscire gli assassini,gli stupratori ed i mafiosi!!!
        cmq rimaniamo nel nostro orticello padano..cosi anche tu starai tranquilla.

        • italiana

          Io non difendo nessuno per partito preso, né condanno. Hai parlato di Stati Uniti, ma ti pare che quello proposto sia fattibile, ora, in Italia? Già mi immagino il tuo commento a una notizia del genere: “Ma come, adesso ci sono i delinquenti liberi per la strada? E chi vigila? E se scappano?”

          • paolo

            Scudsa, ma si proponevano anche gli “ospiti migrantes” della Casa dell’Accoglienza: non mi sembra che nel caso specifico vi sia necessità di sorveglianza… che mi dici?