Commenta

Corsi universitari nella palazzina storica del Soldi

soldi-evid

Riutilizzo della palazzina storica del centro geriatrico Soldi: le linee strategiche del Comune nei confronti dell’azienda speciale Cremona Solidale confermano l’intenzione di valutare l’insediamento del Centro di Alta Formazione nonché di Studi e Ricerca, in altri termini la formazione universitaria in ambito sociosanitario e sanitario già presente in città. La notizia è contenuta nell’atto di indirizzo discusso oggi in Commissione Affari sociali. Una conferma di quanto già dichiarato negli anni scorsi, ma mai realizzato per mancanza di finanziamenti per rendere idonea la palazzina storica del Soldi agli scopi formativi. Stavolta però l’assessore Luigi Amore ha parlato anche di “un positivo esito dei confronti avvenuti, a livello regionale, con l’ASL, l’Ospedale di Cremona, nonché dell’interesse manifestato da alcune realtà universitarie”. L’ipotesi di riutilizzo dello stabile, che ormai da tempo non serve più per i ricoveri degli anziani,  si scontra con l’altra ipotesi da sempre sostenuta  dall’azienda Istituti ospedalieri per ospitare i corsi universitari, ossia il palazzo ex Inam di viale Trento e Trieste. Quando questo fu liberato, tra mille polemiche, dal centro prelievi e progressivamente dalle  altre attività, la direzione ospedaliera spiegò che questo era funzionale al riutilizzo dello stabile per fini formativi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti