Commenta

Un'ambulanza da Cremona a Puka al servizio di 35mila albanesi

ambula-puka

Sopra, un’ambulanza e don Fiocchi a Puka

Un’ambulanza da Cremona fino a Puka, in Albania. Il mezzo della Croce Verde di Soncino, anche se ancora in ottime condizioni, è stato dismesso per aver raggiunto il massimo degli anni di servizio. Anziché essere demolito, è stato donato al Centro Sanitario di Qelez, un piccolo villaggio alla periferia di Puka, nel nord dell’Albania. L’iniziativa è della Croce Verde di Soncino, appunto, e del gruppo Fabio Moreni in collaborazione con Acli Ipsia di Scutari e don Fiocchi, prete cremonese a Puka. La prossima settimana ci sarà la consegna dell’ambulanza. Alla cerimonia ci saranno il sindaco di Qelez, il dottor Ndoka del Centro Sanitario, don Fiocchi e Mauro Platè, altro cremonese, coordinatore di Alci Ipsia. Così, l’ambulanza che per legge – dopo 10 anni – non poteva più essere impiegata in Italia, torna in servizio in terra albanese dove può essere ancora una risorsa per prestare il primo soccorso alle persone che ne hanno bisogno (35mila gli abitanti in quell’area). Un gesto di solidarietà che non si esaurisce solo con il dono dell’ambulanza, ma che si arricchisce nell’offerta di materiale sanitario e formazione agli operatori grazie a due volontari della Croce Verde. “L’avevamo fatta mettere a posto, soprattutto da un punto di vista sanitario – hanno spiegato dalla Croce Verde – perché contavamo in una deroga per poterla utilizzare ancora. Ma poi la legge è cambiata e abbiamo dovuto dismetterla. Non del tutto, però: potrà essere un valido supporto per gli abitanti di Puka”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti