Commenta

Vanoli Basket, la prima di Pancotto a Reggio Emilia

van

Foto Sessa

La Vanoli Cremona si è dunque affidata all’esperienza di Cesare Pancotto per rilanciarsi. Il nuovo coach che ha sostituito Luigi “Gigio” Gresta ha alle sue spalle 511 panchine in serie A con 230 vittorie e l’anno scorso è subentrato in corsa alla guida tecnica di Avellino dove con 9 vittorie in 15 partite ha sfiorato l’accesso ai play-off. Sicuramente la squadra ha bisogno di un rinforzo almeno nel settore lunghi e è da valutare la posizione del play Woodside che tecnicamente è d’alto valore ma che per il gioco in velocità ed offensivo optato dall’ex coach Gresta era inadatto. Ora con Pancotto il discorso potrebbe essere diverso. Il calendario della serie A1 non da adito a riflessioni troppo  lunghe ma abbisogna di immediate certezze. Sabato sera alle 20.30 i biancoazzurri sono impegnati nella delicata trasferta di Reggio Emilia, squadra di ambizioni play-off ed in passato, in A2, è stata condotta dallo stesso Pancotto. I reggiani rappresentano a tutt’oggi una delle più belle realtà del nostro campionato insieme a Brindisi e Sassari. Già nella scorsa stagione, pur essendo una matricola, si è inserita nei play-off scudetto, praticando anche un gioco piacevole e brillante.  Questo testimonia l’interesse e la passione che circondano l’ambiente della Pallacanestro Reggiana. Coach Menetti, confermato, in accordo con la dirigenza, ha effettuato pochi ritocchi di qualità ad un roster di livello medio alto. Tra i padroni di casa spicca ancora quel Troy Bell che a Cremona ha lasciato il segno, co l’altro ex Filloy protagonista insieme al coloured della storica promozione dalla A2 alla A1 nel 2009. Tra gli altri giocatori spiccano Andrea Cinciarini, il pivot Greg Brunner, ostico per tante difese, la guardia Coby Karl, e l’ala James White rientrato in Italia dopo l’esperienza in Nba. Dopo tre sconfitte consecutive la Vanoli Cremona deve riprendere il giusto cammino che la porta all’obiettivo minimo della salvezza da centrare il più presto possibile.

Marco Ravara

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti