5 Commenti

'Euro uguale morte' Gazebo leghista in corso Campi

lega

‘Euro = Morte’. Questo uno dei cartelli esposti davanti al gazebo organizzato dalla Lega Nord Cremona in corso Campi in occasione del ‘No Euro day’, iniziativa lanciata da Matteo Salvini contro la moneta unica europea. Presente al banchetto anche il segretario cittadino Alberto Marischi, oltre ad alcuni militanti, impegnati nella distribuzione di volantini alla cittadinanza. Altri slogan sui cartelloni:”L’Euro ha dimezzato pensioni e stipendi” e “Sei premi Nobel: basta l’euro”. Gazebo e volantinaggio fino alle 12.30.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti
  • Sergio

    E’ vero via l’Euro. Molto meglio i diamanti, si nascondono piu’ facilmente….!!!
    E….tanto per dire, chi ha firmato gli accordi finanziari con l’Europa? Dove eravate quando il Silvio prendeva gli impegni per tutti noi sapendo benissimo che non potevamo assolutamente rispettarli?
    Ma mi facci il piacere!!! Come diceva Toto’…….

    • sandra

      E dov ‘ eri tu quando Ciampi , Prodi , Amato , Padoa Schioppa , Napolitano , da una parte e Dini e Tremonti dall altra ,prevaravano accuratamente il grande inciucio dell ‘ euro con immensi vantaggi personali per loro e per Draghi ed effetti immensamente deleteri per le persone normali ?

  • Giacomo

    Così come è sembra proprio un EuroBidone, ha portato tutte le famiglie senza lavoro e senza futuro. Va corretto sia l’Euro che l’Europa, altrimenti per noi Italiani, e non solo, sarà un fallimento e un disastro!

  • Saverio Brigati

    Molto bene;
    Speriamo che già alle elezioni europee possano prevalere nelle urne le formazioni anti-euro e anti-ue.

  • Marta

    Se non permettono entro breve, a noi Italiani, un aggiustamento o un riequilibrio sull’euro, che ci sta inesorabilmente facendo fallire, dobbiamo seriamente pensare di svendere tutti i nostri attuali politici e burocrati di Stato super pagati. Con meno spesa di stipendi e benefit vari avremmo tra noi l’Angelina Merkel o l’inglese Cameron e, la loro organizzazione, che costano meno della metà rispetto ai nostri “sapientoni”, e, le cose le sanno fareo funzionare molto meglio che da noi…..