Commenta

Alloni a Del Tenno: 'Cambiare strategia, così non può continuare'

allonitreni-evid

Sulla settimana disastrosa dei treni, confermata anche dai ritardi in corso oggi, giovedì 19 dicembre, torna il consigliere regionale del Pd Agostino Alloni. I pendolari e gli studenti stanno vivendo un inverno terribile, forse il peggiore di sempre. Agostino Alloni torna ad incalzare la giunta Maroni, attraverso una lettera all’assessore Del Tenno che riepiloga la situazione e chiede un deciso cambio di rotta.

“Sulla linea Milano-Cremona-Mantova i pendolari mi riferiscono criticità e ritardi consistenti, anche oggi, nell’ordine dei 40 minuti e problemi lungo la linea ferroviaria e ai locomotori;  gli utenti sulla linea Crema-Treviglio-Milano, dopo i tagli previsti nel mese di agosto, da mercoledi 25 dicembre al 6 gennaio subiranno la soppressione di alcuni  treni. In particolare di tre treni diretti  nella fascia mattutina da Crema per il capoluogo di regione, Milano (senza cambio a Treviglio) e così anche per i diretti per il rientro serale. Non solo: i treni rimasti da Cremona e Crema salterebbero le fermate (ad es. Casaletto Vaprio, Capralba e Caravaggio) creando ulteriore ed inspiegabile disagio agli utenti di quei territori. Questa decisione che, sono sicuro, Lei comprenderà bene, obbliga i viaggiatori a scendere a Treviglio per cambiare treno, creando non pochi problemi a chi nei restanti  5 giorni feriali, tra le feste di Natale e l’Epifania, si dovrà recare a lavoro.

Visto che sul sito di Trenord, nell’apposita sezione avvisi, queste variazioni inspiegabilmente  non sono comunicate, Le domando se gli uffici di Regione Lombardia ne erano a conoscenza e se sono state affrontate nell’ultima riunione del “Quadrante Ovest” e condivise in qualche modo con le Amministrazioni presenti all’incontro e con  i pendolari. Inoltre come mai la conferenza regionale del tpl, prevista dalla L.R 6/2012, svolge, per lo più, un ruolo secondario e non strategico, di sintesi e di informazione per gli utenti?

In merito alle riunione dei Quadranti, dopo aver sollecitato più volte gli uffici del suo assessorato, trovando sempre risposte interlocutorie,  Le chiedo ufficialmente di cambiare  le modalità di convocazione delle stesse,  rendendo pubblico l’ordine del giorno affrontato, i verbali e le decisioni maturate e invitando in modo permanente i consiglieri regionali per le linee ferroviarie che interessano il collegio di provenienza. Il nostro spirito, naturalmente, deve essere quello positivo, di dare un contributo  a trovare le migliori soluzioni, anche perchè siamo noi stessi pendolari e, come è successo in questi giorni, veniamo coinvolti sul treno nelle discussioni.

Resto convinto che le criticità presenti si possano affrontare e risolvere con responsabilità, collaborazione e impegno di tutti, partendo però da una disponibilità nell’accogliere le sollecitazioni che da tempo provengono anche dalla minoranza, richieste e non strumentalizzazioni, rivolte e tese a migliorare, come primo obiettivo, il servizio ferroviario a favore dei pendolari e della mobilità pubblica più in generale.

Già Le ho detto  – continua Alloni – per le future riunioni dei “Quadranti”. Le chiedo, per il tramite dei suoi uffici, se non sia possibile muoversi nei confronti di Trenord affinche si trovi una soluzione diversa almeno con un treno, nella fascia pendolare, che riesca a soddisfare le richieste dei pendolari, che, ricordiamocelo, hanno già ad oggi, per lo più, pagato il titolo di viaggio in abbonamento”-

Infine il consigliere replica all’assessore regionale Del Tenno: “Condivido le parole concilianti dell’assessore che richiama alla responsabilità, alla collaborazione e all’ impegno di tutti nell’affrontare le criticità – dichiara – è proprio su queste convinzioni che mi auguro che vengano accolte le nostre sollecitazioni che da tempo, costantemente, rivolgiamo alla Giunta. Preciso che sono richieste e non strumentalizzazioni, rivolte e tese a migliorare, come primo obiettivo, il servizio ferroviario a favore dei pendolari e della mobilità pubblica più in generale”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti