Un commento

Vanoli chiude male l'anno 2013 Si inchina di fronte a Varese: 75 a 94

IMG_9303

foto Sessa

La Vanoli Cremona chiude il 2013  nel peggiore dei modi. Al palaRadi si è inchinata alla Cimberio Varese per 94-75. Gli ospiti hanno fatto la differenza con il tiro da tre e nei rimbalzi soprattutto offensivi grazie alla maggiore fisicità dei lunghi. Inizio equilibrato e la Vanoli si avvantaggia con Kelly e Rich al 3’ 8-4 ma Varese risponde con prontezza con i tiri dalla lunga distanza di Ere e 15-21 al 7’. Fa il suo esordio  Kyle Johnson (apparso spaesato!), ma è sempre Rich a tenere la Vanoli a contatto con gli ospiti che nonostante il “tecnico” a Scekic in finale di tempo chiudono in testa la frazione 24-27. La compagine di Pancotto soffre sotto canestro dove i lunghi varesini catturano i rimbalzi offensivi e li concretizzano con Polonara e Scekic 24-31 al 12’. E’ il solo Rich a tenere in corsa i cremonesi  anche se il discorso non cambia molto con Varese che conduce 43-30 al 17’. Tre bombe consecutive di Sakota e la Vanoli è in ginocchio di venti lunghezze all’intervallo 36-56. Gli ospiti rallentano in attacco e  controllano  la situazione che non cambia 53-73 al 30. Nell’ultimo periodo il match il pubblico di casa prova a dare la carica ai biancoblu ma Varese non concede nulla ed il match con la stessa inerzia giunge alla fine con Rich e compagni che mestamente rientrano negli spogliatoi tra i fischi. Ora la società del presidente Aldo Vanoli deve correre ai ripari, deve potenziare il roster se vuole tentare di raggiungere la salvezza. Domenica match casalingo contro Caserta.

NUOVO ACQUISTO

Nel dopo partita il coach della Vanoli Cesare Pancotto è stato molto chiaro: “La squadra non mette in campo quanto svolgiamo durante la settimana in allenamento . Si è sciolta dopo il primo significativo svantaggio ospite. Sapevamo che Varese avrebbe giocato in questo modo ma non abbiamo fatto nulla per fermarlo. Non voglio che cerchiate alibi, perché non ce ne sono. Tutti devono sentirsi responsabili per questa sconfitta. Me compreso abbiamo le nostre colpe. Ora dobbiamo assolutamente cambiare atteggiamento in campo. Siamo molli, non abbiamo carattere stiamo cercando la giusta identità. Io ho il mio programma preciso da attuare e sono convinto di arrivarci alla salvezza ma sia
chiaro che i giocatori in campo non devono mai mollare, nemmeno nell’ultimo quarto anche se i giochi sono fatti. La società tramite il team manager Andrea Conti ha ufficializzato l’arrivo (già da domani lunedì) del lituano classe 1980 Donatas Zavackas che giocherà da “quattro” sostituendo Kalve che non ha convinto. Zavackas ha iniziato quest’anno nella Bundesliga tedesca nel Bonn ma ha militato anche nel Riga e Cska Mosca oltre che ad Udine nel 2006 quando alla guida tecnica c’era Pancotto. Egli dovrà essere inserito negli schemi tattici insieme a Kyle Johnson che non ha ancora avuto modo di esprimersi. La stessa Vanoli sta sondando il mercato anche per migliorare il settore lunghi.

Marco Ravara

Galleria fotografica Francesco Sessa


© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti
  • Mara Maionchi

    Bay Bay vanoli…