Un commento

Il futuro del Pareggiato non è a rischio: le rassicurazioni di Perri e Alquati

evid-pareggiato

Il futuro del Pareggiato (ossia l’istituto superiore di Studi Musicali “Claudio Monteverdi”, pareggiato al Conservatorio) non è in discussione: si è svolto oggi un vertice tra il sindaco Oreste Perri, l’assessore Jane Alquati, il direttore del Comune Massimo Placchi e il segretario Walter Montini in cui si è fatto il punto della situazione all’indomani delle dimissioni rassegnate dalla presidente dell’istituto, Adriana Conti Rinaldi. “Fermo restando le volontà individuali, con la presidente ci si era sentiti poco prima di Natale e non ci aspettavamo che si sarebbe dimessa. Comunque una cosa è certa: il futuro della scuola non è a rischio – fa sapere Alquati. – E’ vero, mancano dei fondi, ma è anche vero che stiamo lavorando per raccoglierli. Non si chiude un istituto per 40.000 euro che mancano e per il Comune la cosa più importante è il futuro di questa scuola, che va assolutamente salvaguardato”.
Intanto il Comune ha già un piano per reperire le risorse: 30.000 euro arriverebbero infatti dalla percentuale del dividendo proveniente da Autostrade Centropadane e destinato a Comune, Provincia e Camera di Commercio (il dividendo complessivo è pari a 40.000 euro, ma 10.000, su richiesta di Salini, verranno dirottati sull’istituto musicale di Crema). I fondi mancanti – altri 40.000 euro circa – dovrebbero invece essere erogati grazie ad operazioni di limatura e al contributo di alcuni privati, come la Fondazione Arvedi-Buschini, la Fondazione Stauffer e altri ancora, con cui in queste ore il Comune ha preso contatti. “Ricordiamo comunque che su un bilancio di 1.200.000, il Comune eroga al pareggiato oltre la metà, 650.000 euro: non si può certo dire che lo abbiamo dimenticato – continua Alquati -. Senza contare che il contributo al pareggiato è l’unica voce di bilancio che non abbiamo tagliato, mentre sul resto delle partite si sono dovuti fare grandi sacrifici”.
“Voglio rassicurare insegnanti e studenti: la scuola non chiuderà – aggiunge il sindaco Oreste Perri -. Abbiamo contattato numerosi soggetti e altri ne stiamo contattando per arrivare a raccogliere la cifra necessaria. In molti si sono presi degli impegni in questo senso. Speriamo che intanto anche l’impegno che si è preso il Governo a sostegno dei pareggiati, che sono nella stessa situazione anche in altre città, venga portato avanti al più presto, per garantire una continuità fondamentale in un settore della cultura davvero importantissimo”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti
  • lora Daria

    E invece di darli a Publia ?