Commenta

Il Vescovo in India per il 150º della nascita del missionario cremonese Padre Pasquali

Anche una delegazione della Diocesi di Cremona, guidata dal vescovo Dante Lafranconi, sarà in India in occasione dei festeggiamenti in onore del cremonese padre Silvio Pasquali, missionario del Pime e fondatore nel paese asiatico della congregazione delle Suore Catechiste di Sant’Anna. L’occasione è duplice: il 150° della nascita del religioso (originario della città di Cremona) e i 100 anni di vita dell’istituto religioso da lui fondato in India. Non è la prima volta che mons. Lafranconi si reca sui luoghi dell’apostolato del missionario cremonese, il cui legame con la sua Chiesa d’origine negli ultimi anni è stato rafforzato dalla presenza di una comunità della Suore Catechiste a Cremona: presso la Casa dell’Accoglienza e alla Casa della Speranza.

Il gruppo cremonese partirà nella mattina di domenica 26 gennaio: insieme al Vescovo ci saranno don Antonio Pezzetti e don Maurizio Ghilardi (direttore e vicedirettore di Caritas Cremonese), don Andrea Foglia (parroco di Sant’Abbondio, dove le suore svolgono un prezioso servizio liturgico), don Alberto Martinelli e Mauro Barchielli (parroco e parrocchiano del Cambonino, luogo natale di padre Pasquali), don Claudio Rasoli (responsabile diocesano per le comunicazioni sociali) e due Catechiste di Sant’Anna, entrambe di origine indiana: suor Ignazia Kasu (superiora della comunità cremonese) e suor Vijanya Rany (responsabile di tutte le comunità in Italia).
Giovedì 30 mons. Lafranconi farà rientro in Italia con parte della delegazione cremonese: gli altri proseguiranno la visita alle altre località in cui è presente l’istituto religioso fondato da padre Pasquali sino al 4 febbraio.

PADRE PASQUALI

Padre Silvio Pasquali è nato a Cremona, nella cascina Cambonino, il 5 aprile 1864. Missionario del Pime, raggiunse l’Andhra Pradesh, stato centrale dell’India, l’8 ottobre 1897. Nel 1914 a Mattanpally fondò la congregazione delle Suore Catechiste di S. Anna, raccogliendo attorno a se sette ragazze disposte a collaborare soprattutto nell’educazione cattolica dei ragazzi. Nel 1999 l’ordine divenne di diritto pontificio e nel 2007 sono state erette due province. Oggi le suore Catechiste di Sant’Anna – oltre 400 tra India, Tanzania e Italia – gestiscono una settantina di scuole, diversi collegi e case di accoglienza. Sinora oltre 45.000  studenti hanno frequentato i loro istituti di formazione. In Italia esse sono presenti a Cremona, Roseto degli Abruzzi dove si occupano della scuola materna parrocchiale e Cermenate, dove collaborano alla pastorale ordinaria. Il 14 agosto 2013 ha avuto inizio il processo di beatificazione di padre Pasquali.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti