Cronaca
Commenta1

Processo d'appello per l'ex sindaco Ori Ma lui non si presenta

La sentenza di assoluzione emessa il 6 novembre del 2012 dal tribunale di Cremona nei confronti dell’ex sindaco di Castelvisconti Giacomo Ori, accusato di aver occultato documenti elettorali, è arrivata in appello a Brescia in seguito all’impugnazione della sentenza sia della parte civile, che della procura di Cremona che della stessa procura generale. Due giorni fa l’ex primo cittadino avrebbe dovuto presentarsi in corte d’appello, ma di lui al momento non si hanno più tracce. Le ultime notizie lo davano a dicembre in Sardegna, come ha spiegato il suo avvocato Angela Cappai, che ai giudici ha prodotto copia del biglietto di un viaggio in nave risalente allo scorso dicembre. La notifica dell’avviso del processo da parte dei carabinieri e’ infatti andata a vuoto a Castelvisconti e nemmeno i carabinieri della Sardegna, avvisati dai colleghi di Casalbuttano, non sanno dove reperirlo. Il processo e’ stato quindi rinviato al prossimo 7 aprile, ad un mese dalle elezioni. Nel processo, in rappresentanza dell’amministrazione comunale, si era costituito parte civile l’attuale sindaco di Castelvisconti, Alberto Sisti, nato a Travagliato, in provincia di Brescia, assistito dal legale Stefano Ferrari. I fatti risalgono al giugno del 2009, durante il periodo elettorale. Ori, per dieci anni sindaco del Comune di Castelvisconti (si era presentato con una lista civica unica), era accusato di aver occultato atti pubblici del Comune da lui amministrato riguardanti il voto assistito e sottratto la documentazione dagli uffici comunali.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti