Commenta

Distacchi utenze, comitato antisfratto: "Aem non ha rispettato la parola data"

aem-evid

L’occupazione di Aem da parte del Comitato antisfratto, svoltasi lo scorso 21 gennaio

Duro attacco del Comitato Antisfratto Cremona nei confronti di Aem, dopo che sono ricominciati i distacchi delle utenze, essendo terminata la convenzione stipulata tra Comune e Aem. “Sono numerose le famiglie che fra lunedì ed oggi si sono ritrovate senza luce e gas in casa – fa notare il Comitato -. Ribadiamo che tutto ciò è inaccettabile! Solo poche settimane fa, durante l’occupazione degli uffici Aem dello scorso 21 gennaio, i 3 dirigenti dell’azienda, Enrico Ferrari, Federico Zamboni e Franco Albertoni, avevano assicurato che i distacchi futuri sarebbero stati immediatamente sospesi fino all’istituzione di un tavolo tecnico di confronto fra le parti, che dovrebbe divenire operativo a brevissimo”.

Il comitato accusa quindi l’Azienda energetica municipale di non aver rispettato la parola data. “Questo costituisce un fatto gravissimo e intollerabile” evidenziano gli esponenti del Comitato, che chiedono quindi ad Aem “di riallacciare i contatori distaccati, nell’attesa che il tavolo tecnico prenda il via come previsto dagli accordi presi”. Nel comunicato diramato non manca neppure la velata minaccia di una nuova occupazione della sede di Viale Trento Trieste.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti