Commenta

Morto per infarto il ristoratore Ardemagni, caduto nella roggia

morto

E’ morto d’improvviso a Genivolta, Leonardo Ardemagni, 62 anni, titolare del noto ristorante Pegaso, stroncato da un’infarto mentre raccoglieva dei fiori. L’uomo, poco prima di mezzogiorno, era uscito dal proprio ristorante per fare una passeggiata lungo l’argine situato sul retro del locale. Ed è stato lì, mentre raccoglieva i fiori sul bordo dello strapiombo, che si è sentito male, rotolando giù dalla scarpata, fino nella roggia situata ai piedi dell’argine (profonda circa 20 cm).  Un volo di circa otto metri, che però non ne ha causato la morte: secondo la ricostruzione dei medici intervenuti sul posto, a uccidere l’uomo è stato proprio l’infarto.
A trovare il corpo, ormai privo di vita, è stata la figlia del 62enne, uscita a cercarlo circa mezz’ora dopo. La giovane ha notato il cancelletto sul retro aperto e si è avventurata sull’argine, facendo la tragica scoperta. Nessun dubbio comunque sulle cause della morte, anche a fronte del fatto che, come hanno segnalato il famigliari, la sera prima l’uomo aveva lamentato un senso di oppressione al petto.
Il magistrato di turno,  Fabio Saponara, ha disposto la consegna della salma ai famigliari. Oltre ai sanitari sul posto sono intervenuti i carabnieri di Soresina.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti