Commenta

Nutrie, allarme senza fine la Provincia acquista altre 250 gabbie trappola per 10mila euro

nutria-evid

Continua la lotta alle nutrie nelle campagne cremonesi. Invece di diminuire, il fenomeno sembra incrementare, portando con sé danni all’agricoltura e problemi di sicurezza lungo le strade. L’Amministrazione provinciale ha deciso di acquistare 250 nuove gabbie – trappola e 40 kit di soppressione per una spesa di 10mila euro, da fornire ai Comuni nell’ambito del Piano provinciale di controllo. La determina di acquisto parla di ‘fenomeno sempre più allarmante’ e di ‘continue richieste da parte degli agricoltori’. Le gabbie trappola, già collaudate, hanno un’altezza di 37 cm con chiusura a ghigliottina; una volta intrappolato l’animale viene inviato ai box di soppressione. Dunque finora sono si stanno dimostrando insufficienti le strategie di contenimento di questo roditore d’importazione ma ormai diventato dominante tra la fauna cremonese. Nemmeno l’utilizzo di fucili, annunciato alla fine dello scorso anno suscitando polemiche, dall’assessore all’Ambiente Gian Luca Pinotti sembra aver sortito grandi effetti. Il progetto della Provincia di Cremona è  basato su finanziamento della Regione di 40mila euro per l’eradicazione completa delle nutrie nell’arco di cinque anni.  Il piano prevede che l’ente acquisti le pallottole necessarie a sparare agli invasori e che queste vengano messe a disposizione dei circa 900 cacciatori in possesso di un regolare porto d’armi; la distribuzione verrà effettuata dai comuni che ne faranno richiesta. La decisione di sterminare le nutrie a suon di schioppettate aveva da subito incontrato la contrarietà di associazioni ambientaliste e animaliste.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti