Commenta

Adesione ad Expo Arriva anche il Comune Stanziati 200 mila euro

FIRMEEXPO-evid

Arriva anche da parte del Comune di Cremona, finora oggetto di critiche per il suo ritardo rispetto agli altri enti, l’adesione all’Associazione Temporanea di Scopo (ATS) per EXPO 2015. Lo ha deciso la giunta su proposta del sindaco Oreste Perri questa mattina 24 marzo; la proposta, che verrà esaminata dapprima in sede di Commissione consiliare Bilancio, prevede l’approvazione dei contenuti della relativa convenzione di costituzione, il conferimento, nei limiti e nell’ambito dell’attività dell’Associazione Temporanea, del mandato speciale con rappresentanza alla Camera di Commercio di Cremona, soggetto capofila, e al suo presidente pro tempore. Viene infine proposto di attribuire al fondo associativo dell’ATS un contributo di euro 30.000,00 per l’anno 2014 e di euro 170.000,00 per l’anno 2015.  La Provincia ha stanziato 100 mila euro e la Camera di Commercio 200 mila. La spesa potrà essere formalmente impegnata soltanto dopo l’avvenuta approvazione del Bilancio di Previsione 2014.

L’Esposizione Universale Expo 2015 sul tema “Nutrire il pianeta, energia per la vita”, che si svolgerà a Milano dal 1° maggio al 31 ottobre 2015, è un evento di rilevante portata internazionale in ragione del numero di Paesi partecipanti previsti, del considerevole afflusso di visitatori attesi e provenienti da ogni parte del mondo, della consistenza e qualità dei rapporti internazionali e dei progetti di cooperazione che saranno attivati e sviluppati, delle opportunità di scambi culturali e scientifici che potranno manifestarsi. Expo 2015 per la sua rilevanza economica, per la visibilità a livello mondiale e per le ricadute che determinerà sull’intero nostro Paese ed in particolare sui territori della Regione Lombardia più vicini alla sede espositiva, rappresenta un’occasione irripetibile e di fondamentale importanza di promozione e valorizzazione.

“Il territorio della provincia di Cremona – dichiara il sindaco Oreste Perri – vanta un settore agro alimentare di assoluta eccellenza, caratterizzato da produzioni di qualità e presenta centri universitari e centri di ricerca all’avanguardia a livello mondiale per quanto riguarda le biotecnologie e la sicurezza alimentare e costituisce uno dei principali distretti europei delle bioenergie, presentando dunque motivi di straordinario interesse per studiosi, ricercatori, operatori e studenti di tutto il mondo; inoltre, la tradizione liutaria cremonese, riconosciuta come bene immateriale dell’umanità dall’Unesco in quanto espressione di saperi, pratiche e conoscenze trasmesse di generazione in generazione che fanno di Cremona un luogo unico al mondo, non solo per il suo glorioso passato, ma anche per la sua capacità attuale di porsi come riferimento mondiale per l’eccellenza costruttiva, e la cultura musicale costituiscono elementi identitari che contraddistinguono l’intera provincia”.

Prosegue inoltre il sindaco: “Le istituzioni pubbliche, le organizzazioni economiche e sociali e le sedi universitarie presenti sul territorio,  condividendo la necessità di una azione congiunta tesa alla più ampia valorizzazione delle realtà culturali ed economiche di eccellenza della provincia di Cremona, il 17 dicembre 2013, hanno sottoscritto il Protocollo d’Intesa per la promozione, ideazione, progettazione e realizzazione di iniziative e attività finalizzate alla valorizzazione del Sistema istituzionale, economico e sociale della provincia di Cremona in vista della Esposizione Universale Expo 2015, i cui contenuti sono stati condivisi anche dal Comune di Cremona”.

“La formula dell’Ats – conclude il sindaco –  è stata considerata quella maggiormente funzionale al perseguimento degli obiettivi prefissati. L’Associazione ha lo scopo di attuare il coordinamento e la realizzazione congiunta delle iniziative di promozione e di valorizzazione del sistema economico, sociale e culturale della provincia di Cremona in vista di Expo e, in particolare, di far convergere sul territorio provinciale operatori e ricercatori interessati al sistema agro alimentare  territoriale. L’Associazione, attraverso la Camera di Commercio, valorizzerà in particolare le eccellenze locali negli spazi all’uopo già fissati da Unioncamere Lombardia all’interno dell’Esposizione Universale EXPO 2015; ulteriori forme di partecipazione e di visibilità del Sistema Cremona potranno essere definite più avanti dando il via a sinergie con altri territori”.

Il coordinamento degli adempimenti amministrativi ed operativi, durante la realizzazione del progetto nel suo complesso è demandato alla Camera di Commercio di Cremona che le attuerà nel rispetto delle norme che la regolano.  L’Associazione cesserà alla conclusione delle attività previste per Expo 2015 e comunque non oltre la data del 31 dicembre 2015.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti