Commenta

Dissesto idrogeologico, interrogazione parlamentare di Bordo

bordo

Dopo gli allarmanti dati diffusi nei giorni scorsi dall’Ance anche la politica interviene sul tema del dissesto idrogeologico, che mette a rischio fortemente anche il nostro territorio. Secondo il parlamentare di Sel Franco Borso, si tratta di “Uno dei pericoli più gravi a cui buona parte del nostro Paese è esposto e non passa stagione che non si verifichino gravi disastri, con vittime e distruzioni, a seguito di calamità naturali”. Motivo per cui ha presentato, insieme agli altri deputati di Sel delle Commissioni Agricoltura e Ambiente, una interrogazione al Ministro dell’Ambiente e al Ministro delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali. “Al primo per chiedere che sia dato avvio ai Piani contro il Dissesto Idrogeologico e che i fondi stanziati nel 2010 pari a 2 miliardi di euro (1 dallo Stato e 1 dalle Regioni) siano effettivamente investiti per la sicurezza del territorio e di conseguenza dei cittadini, dato che ad oggi ne risultano spesi solo il 4% – evidenzia Bordo -. Al secondo per chiedere che si attivi per il recupero delle aree agricole demaniali dismesse per destinarle all’agricoltura sostenibile, perché la messa in sicurezza e la cura del territorio e del paesaggio sono inscindibilmente legati ad una agricoltura sana attraverso la quale avere cura dell’ambiente in cui viviamo. La messa in sicurezza del territorio è una priorità non solo per prevenire tragedie umane che si possono e si devono evitare, ma anche per rendere sicure le nostre case e le nostre città. I dati diffusi recentemente dell’indagine “DissestoItalia”, elaborata da Ance, dagli Ordini professionali e Legambiente, dimostrano ulteriormente la fragilità del nostro territorio e l’urgenza di un intervento. In questo quadro risulta vergognoso che somme a disposizione non vengano correttamente e immediatamente impiegate”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti