8 Commenti

Crisi turismo, per il sito del Comune il Museo del Violino "aprirà a breve" E non c'è traccia della versione "mobile" L'assessore: "Dati turismo ok Sito non aggiornato? Non dipende da mio settore, sollecitiamo modifiche"

evid-turismo

Sopra, il sito del turismo del Comune e  una veduta di Cremona

Anche il portale ufficiale del Comune di Cremona sul turismo, che dovrebbe essere il punto di appoggio più importante e semplice per i visitatori arrivati o in arrivo in città, non rende facili le cose per un settore che mostra evidenti segni di difficoltà (vedi i link in basso) e che necessita di un vero rilancio. Secondo quanto scritto su turismo.comune.cremona.it, il Museo del Violino non è ancora in attività: “Aprirà a breve”. E’ quanto si legge nel testo principale della prima delle sezioni in cui è diviso il sito: “Città del Violino e della Musica”. Solamente più in basso, nella stessa sezione ma in una posizione meno visibile, viene fatta un po’ di chiarezza, con una modalità che appare provvisoria, vecchia e che non è mai stata aggiornata: la collezione “Gli Archi di Palazzo comunale” (oggi all’interno del Museo del Violino) risulta ancora visitabile in Comune – c’è scritto – ma solo “fino al 31 agosto” perché “verrà poi trasferita nel nuovo Museo del Violino che sarà inaugurato il 14 settembre 2013”.

Una risorsa come il turismo, così preziosa per il territorio, merita sicuramente più attenzione e non certo una “postilla” circa l’apertura dell’MdV, nei piani destinato a essere una delle attrazioni più rilevanti del territorio. Non è tutto. Il sito web turismo.comune.cremona.it, in tempi caratterizzati dal grande utilizzo di smartphone e tablet, non ha ancora un rapido accesso a una versione specifica per questi dispositivi (e di conseguenza la navigazione non è delle più semplici se non si ha un computer davanti). Una app, con una versione mobile del sito, era stata presentata a dicembre 2011 con tanto di conferenza stampa alla presenza del sindaco Oreste Perri: si parlava di un’applicazione, sviluppata sia per Android che per Apple, scaricabile gratuitamente dai relative store con un dispositivo mobile. Non c’è però nessun accenno all’esistenza di questa app sull’home page di turismo.comune.cremona.it. E nemmeno cercando rapidamente nelle diverse sezioni. Praticamente buio totale anche con il motore di ricerca del sito: inserendo la parola “app” non compare nulla di utile. Solo inserendo la parola “applicazione”, oppure “smartphone” (no “smartphones”) o “tablets” (no “tablet”) si arriva a qualcosa: il qualcosa è però un sito esterno, che ha ottenuto il patrocino del Comune di Cremona e ha all’interno una applicazione scaricabile “da smartphone e tablets”.

Il rilancio della sfera turistica cremonese, oggi non certo in salute, passa anche per queste cose.

Un lettore ha inviato a Cremona Oggi poco tempo fa una lettera sulla questione turismo, facendo riferimento a problematiche come quelle citate e al calo delle presenze ed esprimendo alcune riflessioni: “Si susseguono – si legge tra le altre cose – analisi e diagnosi ma di concreto per ora si fa ben poco. Turismo a Cremona, siamo all’anno zero”.

Della questione turismo si parlerà proprio nel Consiglio comunale di Cremona di lunedì pomeriggio.

Michele Ferro
redazione@cremonaoggi.it

AGGIORNAMENTO – TURISMO, PER L’ASSESSORE DATI OK. SUL SITO NON AGGIORNATO: “SOLLECITIAMO MODIFICHE, NON DIPENDE DA MIO SETTORE”

I numeri del turismo a Cremona? Non sono così male, secondo l’assessore che si occupa del settore, Nicoletta De Bona, la quale durante il Consiglio comunale di lunedì ha parlato di dati comunque soddisfacenti sulle presenze cittadine: “Per Cremona città europea dello sport sono venute in città 700mila persone. Altre 500mila ai vari eventi programmati in città. Dall’apertura del Museo del Violino, lo scorso settembre, abbiamo visto ben 31mila visitatori, e altri 9.829 sono i biglietti acquistati per i concerti all’auditorium Giovanni Arvedi”.

L’assessore De Bona ha parlato anche della questione delle informazioni non aggiornate presenti sul portale del Comune sul turismo: “Sono mesi che abbiamo evidenziato questo problema, ma la modifica di quella sezione del sito non dipende dal mio settore, bensì dal servizio informatico. Anzi, spero che questa sollecitazione possa essere di aiuto affinché la situazione venga risolta”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti
  • Giulio Patti

    non è vero, c’è già da mesi l’app per iphone, che è stata recentemente rinnovata. si chiama VISITCREMONA. e devo dire che non è neanche male…

    • aless

      Ma cosa dice? lei ha letto l’articolo? evidentemente no

  • max3

    Caro Giulio leggi gli articoli prima di commentare

  • joduro

    per forza!!! si fanno lavorare gli amici e quando ci sono dei finanziamenti a fondo perduto ci si spartisce solo la torta senza neanche preoccuparsi dei RISULTATI.

    appurato che il Turismo viaggia ormai x il 90% su internet bisogna commissionare certi progetti ad agenzie di comunicazione SERIE e PREPARATE, non come quelle utilizzate fino ad oggi che hanno prodotto dei progetti FETECCHIA (sfido qualsiasi professionista di settore degno di tale nome a dire il contrario)

  • Giulio Patti

    L’ho letto benissimo l’articolo, e ho letto si parla di un app però esterna dal sito del turismo del comune di Cremona. Quella che ho io mi sembra ufficiale del comune di Cremona. Però se sbaglio correggetemi.

    • Giulio Patti

      E non capisco a cosa servirebbe un altra app, visto che quella che c’è, è già ottima, e include il servizio di geo localizzazione.. Sicuramente andrebbe ancora arricchita e sviluppata ma è un buon punto di partenza…

  • max3

    Giulio ma sei sicuro di aver letto l’articolo??? IL PROBLEMA E’ CHE NON C’E’ TRACCIA DELLA APP UFFICIALE SUL SITO!!!BISOGNA FARE I SALTI MORTALI PER ARRIVARE AD UNA APP SU UN SITO ESTERNO!

  • Mario Ambrogio Rossi

    Da frequentatore assiduo della città, concordo sul fatto che si possa certamente migliorare il sistema turistico cremonese, oltre che quello nazionale, che di certo non è messo meglio.
    Da utente della rete, invece, trovo che addossare le colpe della crisi del settore al sito del turismo del Comune sia un tantino esagerato e fuori luogo, visto anche il clima e il periodo elettorale.
    Qualunque sito è migliorabile e qualunque strumento presta il fianco alle critiche, comprese le App, scaricate e usate di rado, a meno di massicce campagne di informazione sul territorio e presso i monumenti, piuttosto che sui siti. Il sito in questione, comunque, non mi sembra di certo tra i peggiori, in confronto ad altri analoghi di istituzioni in giro per l’Italia.
    Non entro nel merito della questione aggiornamento, di cui ovviamente non conosco la cronologia. Ma sul Museo del Violino, ad esempio, nella sezione citata, leggo che è stato “inaugurato e aperto nel settembre 2013”, non che debba ancora aprire. Magari hanno corretto nel frattempo.