Commenta

Lotta ai 'portoghesi': 28 nuovi controllori sugli autobus Km Presto messa in sicurezza per la stazione dei pullman

giuramento-evid

Km Spa intensifica la lotta ai ‘portoghesi’: in arrivo 28 nuovi controllori – tutti volontari – che affiancheranno i 5 ufficiali già in organico. I nuovi ‘verificatori dei titoli di viaggio’ di Km hanno prestato il proprio giuramento ufficiale davanti al sindaco Oreste Perri nella mattinata di martedì nella Sala Giunta di palazzo comunale. Si tratta una squadra di autisti che si presta volontariamente, durante gli spazi di pausa che hanno durante i propri turni di lavoro, ad effettuare dei controlli sulle varie corse. “Il servizio potrà essere programmato di settimana in settimana sulla base delle disponibilità fornite dagli stessi autisti: l’ufficio Movimento di Km si occuperà di coordinare il servizio – spiega il direttore tecnico di esercizio, Giovanni Lipreri -. Oppure vi potranno essere degli interventi fuori programma, in base alle disponibilità fornite nell’immediato dai vari volontari. Anche in questo caso sarà l’ufficio Movimento a mandare i controllori ove fosse necessario”.

I volontari sono stati preparati attraverso l’effettuazione di un corso della durata di 90 ore. “Questo progetto – afferma il sindaco Oreste Perri – ha lo scopo non tanto di reprimere, quanto di fungere da deterrente per coloro che infrangono le regole. Abbiamo ricevuto dai cittadini diverse segnalazioni di persone che non pagano il biglietto, e ci sembra giusto dar loro ascolto”.

Intanto si è parlato anche della difficile situazione della stazione dei pullman di Cremona, su cui aveva già richiamato l’attenzione Giancarlo Schifano (Idv) nel corso del Consiglio comunale di lunedì. A richiamare l’attenzione del sindaco sono stati alcuni conducenti con deleghe sindacali: “Bisogna sistemare la situazione il prima possibile: c’è una situazione di rischio costante. Visto che tra due mesi finiscono le scuole, c’è tempo fino a settembre per porre rimedio. Visto che interventi strutturali ora non è possibile farne, è necessario almeno collocare una segnaletica che permette di regolare il transito di veicoli e pedoni”.
“Stiamo valutando come sistemare l’assetto – ha risposto l’assessore Francesco Bordi -. In attesa di una riprogettazione complessiva della stazione degli autobus, sono stati messi a progetto degli interventi da poter realizzare a breve per mettere in sicurezza gli studenti, approntando, ad esempio una nuova segnaletica stradale”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti