Commenta

Alcol dalla finestra Due auto in fiamme Liutaio patteggia

macchine

Ha patteggiato 6 mesi, pena sospesa, il giovane liutaio residente in via Chiara Novella  accusato di incendio colposo dopo che il 10 gennaio scorso aveva lanciato dalla finestra una tanica di alcol, mandando letteralmente a fuoco due auto. Il patteggiamento, definito fuori udienza, e’ stato perfezionato davanti al giudice Letizia Plate’. Il liutaio era difeso dall’avvocato Paolo Carletti. “Al mio cliente, il pm Daniela Borgonovo ha riconosciuto l’ingenuita’ del gesto”. Tutto e’ avvenuto alle 3 del pomeriggio nel tratto compreso tra gli incroci con via Damiano Chiesa e via dei Mille. Le fiamme hanno distrutto i due veicoli, una Ford e una Renault parcheggiate a lato della strada. “L’incendio colposo e’ un reato di pericolo'”, ha spiegato l’avvocato Carletti, “e il pericolo si era gia’ creato in casa, avendo una tanica”. Quel pomeriggio il giovane, che risiede al primo piano, voleva accendere la stufa a legna. In casa aveva una tanica di alcol molto capiente. Con una brocchetta ha preso l’alcol, si e’ diretto verso la stufa , ma in quel momento c’e’ stato un ritorno di fiamma. Hanno preso fuoco persino le gocce sul pavimento, e da ultimo la grossa tanica. Ha cominciato ad incendiarsi anche il pigiama che il liutaio aveva indosso e pure le tende. A quel punto il giovane, preso dal panico, ha afferrato la tanica, gettandola in strada, incendiando  le due auto parcheggiate. L’allarme era stato lanciato da alcuni passanti. Il rogo era stato tempestivamente domato dai vigili del fuoco. Sul posto anche gli agenti della polizia.

Sara Pizzorni

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti