16 Commenti

Sul sito di Beppe Grillo pubblicità che invita a votare l'avversario Perri

evid-grillo

Nella foto, la pubblicità di Perri su Beppegrillo.it

Sulla prima pagina di Beppegrillo.it, il portale-blog diventato la voce principale della linea politica del Movimento 5 Stelle, è comparsa una grande pubblicità a sostegno del candidato sindaco del centrodestra di Cremona Oreste Perri, tra gli avversari alle prossime elezioni comunali della candidata ufficiale grillina Maria Lucia Lanfredi. Un paradosso, quando manca meno di una settimana alle elezioni. Ecco cos’è successo. Per la campagna elettorale web lanciata dalla coalizione che sostiene la ricandidatura di Perri sono stati acquistati spazi tramite la sezione di Google che si occupa di spot e che diffonde i messaggi pubblicitari, a rotazione e a determinati target, nelle finestre pubblicitarie di Google che moltissimi siti ospitano per ottenere ricavi in denaro. Tra i moltissimi siti (i cui titolari talvolta si accorgono tardi del passaggio di pubblicità non gradite) c’è, appunto, Beppegrillo.it. Anche sul principale sito del Movimento 5 Stelle quindi, se si connette un computer in cui sono presenti tracce web che collegano a Cremona e che Google può analizzare, campeggia il volto di Perri e l’invito a votare per lui (e quindi non per la grillina cremonese Lanfredi), con tanto di collegamento, in caso di clic, al sito Perrisindaco.it. Google permette a chi ospita le sue finestre pubblicitarie di mettere filtri e bloccare il passaggio di messaggi pubblicitari indesiderati. Forse è meglio che qualcuno avverta Beppe Grillo.

Michele Ferro
redazione@cremonaoggi.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

 

 

 

© Riproduzione riservata
Commenti
  • OmarB

    Una campagna mediatica di tale portata avrà un costo importante immagino… Sarebbe possibile consultare una rendicontazione completa delle spese affrontate dal comitato per la campagna elettorale? Entrate con relativa provenienza dei fondi ed uscite con destinazione finale delle somme. L’adesione alla campagna “Riparte il futuro”, avvenuta giusto la settimana scorsa, non dovrebbe “impegnare” i vari candidati, almeno moralmente, alla trasparenza quindi alla pubblicazione di dati di questo genere?

    • Barbara Gamba

      Tra l’altro, su Cremona i 3 candidati che hanno firmato l’appello sono Galimberti, Cabrini, Carlino. Perri NP
      La campagna prevede la pubblicazione di reddito, patrimonio, conflitti interesse, pendenze con la legge, CV. Effettivamente non sarebbe male se prevedessero anche dati sul finanziamento della campagna elettorale….

  • Luca Burgazzi

    Pecunia non olet

  • Germana

    immagino che i candidati grillini cremonesi avranno apprezzato questo esempio di grande democrazie del web….

    • Ezechiele Profeta

      secondo Grillo è colpa dei politici corrotti, secondo Casaleggio sono le scie chimiche prodotte dagli aerei dei politici corrotti

  • Martina

    Mai sentito parlare di pubblicità mirata? Google attraverso le nostre preferenze nelle ricerche in internet ci mostra le pubblicità più attinenti con le stesse. Questa pubblicità sul sito di Grillo è apparsa al giornalista, non è detto che compaia a tutti coloro che ne visitano il sito. Per maggior comprensione lascio un link: http://ziogeek.com/disattivare-la-pubblicita-mirata-di-google/

    • tootsie60

      esatto, l’ormai non tanto ‘nuovo’ sistema di ‘pubblicità progresso’, lo spot (ad hoc) cucito su misura addosso al consumatore, che con i suoi molteplici ‘click’ nel web, dimostra particolari interessi per determinati ‘prodotti’, sponsorizzati (e ‘spammati’) a pagamento, obviously…

    • Ezechiele Profeta

      ahahaha che spasso che siete. tortelli come i grillini non li saprebbe fare nemmeno giovanni rana. ^_^

      • Martina

        Ti assicuro che io sono tutt’altro che grillina. Ho scritto un commento solo per esprimere l’opinione che, secondo me, la notizia non era una notizia e nemmeno una curiosità perchè condizionata dai criteri di navigazione dell’utente (nello specifico il giornalista). Ieri ho verificato la notizia (prima di scrivere) e, visitando il sito di Grillo, mi compariva la pubblicità della mia banca.

        • Ezechiele Profeta

          Ho sempre avuto paura di Grillo… e tu mi confermi che c’è dell’opaco, dell’incontrollabile nella sua attività. Spero di sbagliarmi

    • lauro

      mai sentito parlare di “leggere l’articolo”?c’è scritto come funzione il sistema di pubblicita

      • Martina

        Quando l’ho letto io (ieri intorno alle 19) il giornalista non aveva specificato il funzionamento del sistema di pubblicità. Inizialmente la notizia era esposta in questo modo: se visiti il sito di Grillo ti compare la pubblicità di Perri, indipendentemente dalle preferenze di ricerca dell’utente. Evidentemente leggendo il mio commento e quello di tootsie60 ha deciso di correggerlo.

        • Cremona Oggi

          Evitiamo di pubblicare falsità. L’articolo non è mai stato modificato.

          • Martina

            Quindi secondo voi io avrei letto l’articolo (così come appare ora alle 11:37 del 22/05) e poi avrei scritto un commento dove ripeto esattamente quello che ora dice l’articolo. Vi consiglio di evitare di dare dei cretini ai lettori. Mi sembra strano e sospetto poi che nel primo commento ho inserito un link dove si spiega anche come rimuovere la funzionalità di google che è quello che il giornalista ha scritto alla fine del pezzo.

          • Michele Ferro

            Sono l’autore dell’articolo. Stiamo scherzando? Ma con chi crede di avere a che fare? L’articolo non è mai stato modificato. La invito a smettere di scrivere falsità.

  • Probabilmente andrebbe così; mi immagino già i giornali:

    «Lanfredi protesta per la pubblicità a Perri sul blog di Grillo».

    «Lanfredi espulsa dal M5S».

    Ha un che di déjà vu.