Commenta

Mercatini domenicali 'Botteghe' critiche: 'A cosa servono?'

mercatino

Non a tutti piacciono i mercatini. Troppi, troppo frequenti, non abbastanza qualificati. Sulla pagina facebook delle Botteghe del Centro, l’associazione appartenente alla galassia dei gruppi Ascom Confcommercio, spicca un ironico post sulla giornata festiva del 2 giugno. “Ogni domenica – si legge – Cremona si presenta così. Possono essere i giardini di Piazza Roma come piazza Stradivari. Il turista che arriva a Cremona, dopo aver visitato i musei, può godere di questi straordinari mercati, che valorizzano la nostra città, ricca di eccellenze, con cover per cellulari, vecchi abiti e pellicce, mescolati a formaggi sardi, frutta, verdura e pane “fresco”, proveniente da ogni zona d’Italia. Credo che molti, non solo colleghi, si stiano domandando la necessità e lo scopo di tutto questo. Non crea animazione, non valorizza le eccellenze del territorio, è in diretta concorrenza con i negozi della città e col mercato bisettimanale. Sento, sempre più spesso, politici che si riempiono la bocca col termine city branding. Immagino non ne abbiano compreso in pieno il significato”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti