Commenta

Migliora la qualità dell'aria a Cremona Polveri sottili mai così basse

cremona-dall'alto

Finalmente buone notizie per l’aria cremonese: secondo Arpa Lombardia, infatti, quest’anno si è visto un netto miglioramento della qualità dell’aria rispetto allo scorso anno e a tutti gli anni precedenti. Un dato che riguarda tutta la Lombardia Cremona compresa. In sostanza non si è ancora sforata in quasi nessuna città della Lombardia la soglia dei 35 giorni di superamento del valore limite di Pm10. Anche a Cremona le polveri sottili non hanno mai avuto valori così bassi.

Il dato cremonese ha avuto negli anni una grande variabilità. Nel 2002 i giorni di superamento, al 29 maggio, erano 77, nel 2003 erano 81, nel 2004 62, nel 2005 73, nel 2006 72, nel 2007 62, nel 2008 38, nel 2009 40, nel 2010 42, nel 2011 46, nel 2012 le tre centraline – Fatebenefratelli, Cadorna e Gerre Caprioli – misuravano rispettivamente 75, 53 e 42. Le cose sono invece migliorate in maniera più incisiva negli ultimi due anni.

Il miglioramento, come spiega Guido Lanzani, dirigente dell’unità organizzativa Qualità dell’aria di Arpa Lombardia, “è netto, deciso. Nel corso del tempo abbiamo assistito ad un progressivo calo del dato delle Pm10, specialmente negli ultimi anni. Quest’anno, in particolare, si nota un calo ancora più incisivo. guardando il dato di Cremona, nel 2013 le tre centraline, Fatebenefratelli, Cadorna e Gerre Borghi, al 29 maggio misuravano rispettivamente 35, 53 e 42 giorni di superamento. Quest’anno le stesse centraline misurano 36, 26 e 15 giorni. Un dato notevole, che mette in luce quanto decisamente sia cambiata la situazione. Ciò dipende sostanzialmente da tre fattori. Il primo è che quest’anno la meteorologia ha aiutato notevolmente, in quanto ha piovuto circa il doppio dell’anno prima e comunque più della media stagionale. In seconda istanza, vi sono gli effetti delle azioni messe in campo ai diversi livelli, provinciale, regionale e nazionale, per il contenimento delle emissioni: i filtri antiparticolato, i blocchi del traffico, i divieti di circolazione per veicoli inquinanti, ecc, hanno sortito il loro effetto. Infine, purtroppo, anche la crisi economica ha contribuito, eliminando molti veicoli dalle strade”.

l.b.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti