Commenta

Treni, altra batosta: tagliato del 50% l'appalto per pulizie

evid-t

Riduzione del 50% degli appalti per la pulizia sui treni. Questa la prospettiva che attende i pendolari della linea Cremona – Mantova – Milano, ulteriore batosta sulle criticità quotidiane relative a ritardi e cancellazioni. La notizia viene dalla Cgil che a sua volta l’ha appresa dalla dirigenza Trenord. Lo scorso anno gli appalti per le pulizie erano stati ridotti di un ulteriore 20%. ‘Sono mesi – afferma una nota sindacale – che la FILT-CGIL si confronta con le aziende appaltatrici per riuscire a difendere i posti di lavoro messi a rischio dalla continua incertezza organizzativa e dalle scelte della dirigenza di Trenord. Le conseguenze di questa disorganizzazione le pagheranno ancora una volta i lavoratori e le lavoratrici del settore che vedono minacciato il loro posto di lavoro e i cittadini, che ogni giorno sono costretti a viaggiare su treni sempre in ritardo e sempre più sporchi.
È una vergogna che si costringano i pendolari a viaggiare in condizioni non degne di un paese civile, un paese che si avvicina ad un appuntamento fondamentale come quello di Expo 2015. È questo il servizio di trasporto pubblico di qualità che la Regione Lombardia ha in mente? È tagliando servizi ai cittadini che si intende risparmiare? È eliminando posti di lavoro in un periodo di crisi che si pensa di favorire la ripresa?
I tagli che si prospettano non lasciano dubbi sulle ricadute negative anche per i lavoratori e i pendolari di Cremona. I lavoratori,  per difendere il loro posto di lavoro e per garantire un servizio più dignitoso ai pendolari, Venerdì 20 Giugno, a Cremona e in tutti gli impianti della regione, si asterranno dal lavoro e parteciperanno alla Manifestazione regionale prevista a Milano in Piazza Cadorna (davanti sede TreNord) per informare i cittadini delle scelte che la società di trasporto pubblico regionale intende adottare, per sensibilizzare la politica regionale e  sollecitarla a risolvere in modo costruttivo i problemi che affliggono i cittadini e i lavoratori degli appalti’.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti