Commenta

Comune, aperta la corsa alle dirigenze Intanto si è costituito lo staff mobilità

comune-evid

Primi passi verso il completamento del nuovo assetto dirigenziale in Comune. Sono stati pubblicati i bandi per l’assunzione a tempo determinato (fino al dicembre 2015) del dirigente del settore  Politiche Educative, Piano Locale Giovani, Istruzione e Sport e dell’Unità di Staff Urbanistica, collocato nell’Area Gestione Territorio e Comunità a supporto del Settore Urbanistica e Rigenerazione Urbana. La selezione “verrà effettuata da un gruppo di esperti appositamente individuati dal Sindaco, con provvedimento motivato, sulla base della domanda, del curriculum professionale e della documentazione presentata, nonché, eventualmente anche a seguito di colloquio”, si legge nella determina del segretario generale che ha dato esecuzione a quanto stabilito dalla Giunta Galimberti.

I due posti vacanti erano occupati fino agli scorsi mesi da Silvia Toninelli (Politiche Educative, ma il settore non comprendeva lo Sport) e da Marco Masserdotti (Urbanistica e territorio), due dei quattro contratti di natura privatistica scaduti con il decadere dell’amministrazione Perri. Gli altri due non sono più previsti. Vista la stagione in cui cadono le selezioni, coincidenti con l’avvio delle scuole comunali, a Toninelli è stato prorogato l’incarico dirigenziale fino al 30 settembre. Dal primo ottobre poi scatteranno i nuovi contratti. Possono partecipare alla selezione, presentando la domanda entro il 29 agosto, i dipendenti di amministrazioni  pubbliche con 5 anni di servizio in posizioni funzionali che richiedano la laurea; ma anche laureati non dipendenti pubblici in possesso però di “una considerevole esperienza ad alto contenuto di professionalità in ambito pubblico e privato”, oltre a varie altre casistiche.

Scadono invece tra pochi giorni, il 5 agosto, i termini per il personale interno del Comune per presentare le proprie candidature alle funzioni di posizione organizzativa, 23 figure tutte rimescolate nel nuovo corso voluto da Galimberti. In questo caso saranno i singoli dirigenti di settore a dover  effettuare le scelte.

Nel frattempo, secondo la filosofia di ‘lavoro in team’ del nuovo corso Galimberti, si è costituito lo “staff mobilità” che vede coinvolti gli assessori Alessia Manfredini, Maurizio Manzi e Andrea Virgilio, oltre a dirigenti e tecnici che si occupano della partita. Un approfondimento fortemente voluto da tutta la Giunta per affrontare la situazione dei parcheggi, della viabilità, delle piste ciclabili, della pedonalizzazione, della ZTL, del trasporto pubblico locale, in un’ottica di visione complessiva sulla città. Gli strumenti di pianificazione del sistema di mobilità del Comune di Cremona, infatti, risultano ormai datati: il piano della mobilità risale al 1994, i piani particolareggiati del traffico al 2008, il piano dei trasporti al 2002, il piano della rete ciclabile al 2007, il piano urbano del parcheggi al 2008. Sulla base di dati precisi, assessori e tecnici hanno cominciato a riflettere sulle principali criticità: l’assenza di un piano organico della sosta, lo stato di alcune direttrici come Viale Trento Trieste, via Dante e via del Giordano, la situazione dei passaggi a livello, le fasce della Ztl, le tariffe degli stalli e i permessi in vigore, il piano di distribuzione delle merci che manca.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti