6 Commenti

A Cremona la predica dell'imam integralista Bilal Bosnic Il video su Youtube

preghiera-islam-evid

A Soresina la comunità islamica ha deciso di accogliere l’appello del parroco, don Piccinelli, a dissociarsi dai meccanismi della Jihad. “Siamo la parte moderata dell’islam – hanno detto – e condanniamo ogni tipo di violenza”. Ma ci sono diversi leader islamici, in tutto il mondo che invece, dopo la recente esecuzione del reporter americano James Foley, non puntano il dito o addirittura inneggiano a quanto accaduto.
Tra questi c’è il nome di Bilal Bosnic, considerato uno dei leader degli islamici whabiti che in questi giorni invita i giovani ad unirsi ai gruppi armati dell’organizzazione terroristica dello Stato Islamico: da due giorni ha anche cambiato l’immagine di copertina sul suo profilo Facebook, pubblicando la fotografia della bandiera nera del califfato. Attualmente vive in Bosnia ma in passato era stato segnalato diverse volte in Italia. E, a quanto pare, avrebbe tenuto sermoni anche nella nostra città, oltre che a Bergamo e Pordenone.

A tal proposito c’è un video su Youtube, pubblicato dall’utente ‘Studio Islam Italia’, il cui titolo è inequivocabile: “Adhan Bilal Bosnic Masjid Cremona Italia”, che significa tradotto letteralemente “la chiamata alla preghiera di Bilal Bosnic a Cremona, in Italia”. La descrizione del video non lascia molti margini di spiegazione: salvo casi di omonimia, da Cremona Bosnic sarebbe davvero passato, anche solo per una chiamata alla preghiera. Sarebbe da escludere però che Bosnic abbia a che fare con il centro islamico cittadino ‘La Speranza’.

Recente il cambio di sede da via Bibaculo a via San Bernanrdo, vicino al cimitero, e assodata la sua impostazione, decisamente moderata e in grado, in questi anni, di inserirsi paficicamente nel contesto cittadino. Basti pensare all’inaugurazione della nuova sede, marzo di quest’anno, cui avevano partecipato anche esponenti dell’amministrazione comunale.

Adhan Bilal Bosnic Masjid Cremona Italia

g.r.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti
  • nbc

    Ricordo un vescovo che promosse incontri di preghiera in comune con musulmani a cremona, dai filmati dell’epoca di musulmani se ne vede uno solo presente, lo stesso a cui un sindaco strinse la mano nonostante fosse nella gabbia di un tribunale che lo condannò per terrorismo. Esiste un Islam moderato? O è solo una finzione per mascherare la realtà ?

  • pinco pallino

    E’ necessario che questi “moderati” prendano FORTI posizioni pubbliche……….di fronte a tutti.
    RESTA IL DUBBIO altrimenti……..!!!
    NON è più tempo di disattenzioni..poi si paga……….!!!!!

  • giudanobelio

    ISIS USA UE ITALIA ISRAELE e Occidente insieme SONO TUTTI UGUALI. Tutti perseguono la cultura dell’odio e della morte. Tutti vogliono la vendetta contro chi non accoglie le loro idee. Tutti non si rendono conto che la cultura della morte genera morte ? No, io credo che lo sappiano. Il loro credo, quello di obama, merkel, renzi, nato e al baghdadi e’ quello di uccidere l’uomo. Distruggerlo. L’occidente pesa sulla bilancia dei morti 100000 a 1 rispetto a isis, eppure si guarda sempre l’ago nel pagliaio. Si va a cercarlo e non ci si esime dall’ appiccare il fuoco quando lo si trova (invio armi). Questa retorica da quattro soldi la si fa sulla pelle della gente che per provenienza o credo viene martirizzata. Io non credo ad una parola di chiunque di questi personaggi. E invito il popolo tutto a non fare il pecorone dietro questi “leader” della morte! La morte, l’omicidio, non si combattono con altra morte!

  • Gianni

    La questione è che ognuno se ne deve stare a casa sua…..

  • luciano

    Siamo governati dai peggiori politici , ci farano soccombere tutti .

  • nbc

    A prescindere che ogni popolo ha il governo che si merita…..quì non si può andare ancora dietro ad una visione della carità cattolica od alla speranza d’integrazione, bisogna prendere coscenza che l’Islam ha altre mire , più o meno mascherate. Per quanto sia decadendente la società occidentale io non voglio regredire al 500 dopo cristo!